Home . Fatti . Cronaca . Infiltrazioni 'ndrangheta: cade la giunta di Seregno

Infiltrazioni 'ndrangheta: cade la giunta di Seregno

CRONACA
Infiltrazioni 'ndrangheta: cade la giunta di Seregno

Si sono dimessi il vice sindaco Giacinto Mariani, gli assessori e i consiglieri della Lega Nord nella giunta comunale di Seregno. Mariani aveva annunciato il passo indietro ieri sera ad Albiate dove la Lega Nord ha tenuto un incontro sul referendum per l'Autonomia in Lombardia del 22 ottobre.

"Come Lega, come amministratori, come e cittadini, siamo senza se e senza ma contro le mafie, siamo per la lotta totale alla 'Ndrangheta. Vogliamo prendere le distanze da tutto questo e per questo lasciamo subito il nostro incarico", spiega Mariani che ricorda: "Appena ho visto che qualcosa non andava sono stato io a fare degli esposti".

L'ex capogruppo Edoardo Trezzi concorda: "La Lega Nord si è sempre battuta contro ogni forma di criminalità, soprattutto quella organizzata e di stampo mafioso ed intende proseguire questa lotta, noi per primi desideriamo che non vi sia alcun dubbio circa la legalità del lavoro svolto da chi è stato chiamato a gestire la cosa pubblica a Seregno". Trezzi continua spiegando come una presa di distanza "sia necessaria per dare un segnale di totale trasparenza ed estraneità della Lega Nord in merito ai fatti contestati dalla Procura di Monza".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI