Chi è Edgar, il maniaco dell'ascensore

Per anni ha seminato il panico a Genova. Violenze sessuali, lesioni e atti osceni in luogo pubblico. Tutti reati perpetrati nei confronti di giovani vittime, per lo più adolescenti tra i 13 e i 19 anni. Come la ragazzina di 13 anni che qualche giorno fa ha violentato sul pianerottolo di casa, a Milano, prima di essere fermato dalla polizia meneghina.

Edgar Bianchi, il sex offender già ribattezzato 'il maniaco dell'ascensore' è un quarantenne genovese con alle spalle un casellario giudiziale che parla per lui. Già condannato a 14 anni per una ventina di agguati a sfondo sessuale ai danni di minori avvenuti a Genova tra il 2004 e il 2006, Bianchi era uscito dal carcere nell'agosto del 2014 dopo aver scontato 8 anni di reclusione.

Ex barman, Bianchi era stato arrestato il 26 settembre del 2006 e condannato in primo grado a 14 anni e 8 mesi per violenza sessuale, tentata violenza sessuale, violenza privata, lesioni e atti osceni in luogo pubblico. Gli agguati erano avvenuti tutti in diversi condomìni dal centro alle periferie della città, sempre tra l'androne e l'ascensore dei palazzi. In Corte d'Appello la pena nei suoi confronti era stata ridotta a 12 anni, e nel 2010 la Cassazione aveva confermato il verdetto di secondo grado. Era tornato libero,