Home . Fatti . Cronaca . Il Piper Club va all'asta, ma la musica non finirà

Il Piper Club va all'asta, ma la musica non finirà

CRONACA
Il Piper Club va all'asta, ma la musica non finirà

L'annuncio pubblicato su Immobiliare.it

"Roma, via Tagliamento 9. Locale ad uso ristorante, bar, ballo ed arte varia. Composto da ampio vano al piano terra e cinque piani interrati". Addio sogni della Beat generation: lo storico Piper Club finisce all'asta e, con lui, finiscono in vendita ben 52 anni di onoratissima carriera. L'annuncio, pubblicato dallo Studio Legale Proietti nei giorni scorsi su immobiliare.it, non lascia spazio a dubbi: all'offerta minima di 1.676.000,00 milioni di euro, il prossimo 16 novembre l'intera proprietà sarà battuta all'asta e ceduta al miglior offerente.

Un vero colpo al cuore per quanti ne conoscono la storia leggendaria che ha attraversato il Paese dal boom economico degli anni Sessanta fino ai giorni nostri, sempre nel segno della musica, e che ha visto sfilare i migliori artisti di fama nazionale e mondiale nel corso dei decenni: dall'iconica 'ragazza del Piper' Patty Pravo passando per i nostrani Renato Zero, Mia Martini, Pooh ed Equipe 84, fino ad arrivare a nomi come Pink Floyd, Genesis, Duke Ellington, Procol Harum e Byrds, il locale è a tutti gli effetti un monumento all'arte e alle sonorità d'avanguardia.

Che fine farà adesso il Piper? Del destino della discoteca non se ne sa molto, ma gli organizzatori - attraverso la pagina Facebook ufficiale - rispondono tranquillizzando quanti chiedono notizie: "Le attività del Piper - scrivono - si svolgono e si svolgeranno regolarmente". Intanto, però, la preoccupazione fra gli amanti della musica è alta, e a tentare per primo di trovare una soluzione ci pensa Piotta. Che su Facebook lancia l'hashtag #SalviamoilPiper: "Quando ho visto l'annuncio non ci potevo credere. Ma davvero il mitico Piper è all'asta? E se ci mettessimo insieme tra amici, un bel po' di amici, e scollettassimo un po'?", chiede il rapper romano. E chissà che l'appello dell'ex Supercafone - che al locale aveva dedicato anche una rima - non venga raccolto da una 'cordata' di appassionati e nostalgici. Per scoprirlo c'è tempo fino al 16 novembre.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI