Home . Fatti . Cronaca . Estorsione, Miccoli condannato a 3 anni e mezzo

Estorsione, Miccoli condannato a 3 anni e mezzo

CRONACA
Estorsione, Miccoli condannato a 3 anni e mezzo

(Fotogramma)

L'ex bomber Fabrizio Miccoli è stato condannato a tre anni e mezzo dal gup di Palermo, Walter Turturici. E' accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Secondo la Procura l'ex capitano del Palermo Calcio si rivolse a Cosa nostra per fare saldare un debito di circa 20mila euro a un suo amico. Miccoli ha lasciato il palazzo di giustizia in lacrime e senza parlare con i giornalisti.

I legali dell'ex calciatore si dicono "molti sorpresi" per la sentenza. "E' una sentenza illogica - dicono Giovanni Castronovo e Giampiero Orsini- Faremo appello con tutte le nostre forze affinché venga ripristinato lo stato di diritto che riteniamo sia stato leso". I due avvocati annunciano quindi appello "per dimostrare l'innocenza" di Miccoli.

"In questi momenti, pur non avendo alcuna colpa, ti verrebbe voglia di cancellarti dall’albo e dedicarti ad altro. Predomina un senso di impotenza ed inutilità, malgrado il buon lavoro svolto, non essendo stato in grado di aver fatto emergere l’assoluta innocenza di chi si è affidato a te con fiducia,consapevole di non aver fatto nulla di illecito. Ed allora rifletti e pensi.....no no, barcollo ma non mollo", dice Castronovo. "Proporremo appello con forza e fiducia, e son sicuro che non sarà necessario andare a Berlino per trovare un giudice che possa fare giustizia nei confronti di un cittadino illustre ed innocente - conclude - A Palermo, in Corte d’Appello vi sono diversi Giudici (con la G maiuscola) che certamente ripristineranno lo stato di diritto oggi leso, e la corretta verità storica e processuale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI