Home . Fatti . Cronaca . Fontana di Trevi rosso sangue

Fontana di Trevi rosso sangue

CRONACA
Fontana di Trevi rosso sangue

Ha imbrattato la Fontana di Trevi, nel pieno centro di Roma, gettando del colorante nell'acqua.

Con un post su Facebook Graziano Cecchini, che si autodefinisce neofuturista, rivendica il gesto: "Dieci anni sono passati dalla prima Fontana di Trevi e in 10 anni poche cose sono cambiate, molte delle quali in peggio. Io ho sempre creduto nelle forme di arte che emozionano e comunicano stupore, sentimento, reazione. Oggi Roma ha bisogno di reagire, di svegliarsi da questo falso torpore e gridare 'Non ci sto più!'".

L'autore del gesto, rivendicato da Graziano Cecchini, secondo quanto reso noto dai vigili intorno alle 16.55 circa si è introdotto nel vascone centrale della Fontana di Trevi con una tanica piena di colorante rosso, riuscendo a versarne una piccola quantità prima dell'intervento degli agenti di Polizia locale in servizio nell'area. L'uomo è stato portato presso il comando di via della Greca, dove tuttora si trova in stato di fermo per l'identificazione. "Dalle prime analisi si conferma che la tempestività dell'intervento degli agenti è stata determinante per evitare che grosse quantità di pigmento entrassero in circolo macchiando la parte alta del monumento", spiegano i vigili in una nota.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.