Medtronic a fianco del governo per creare modelli sanitari di valore

Governo, istituzioni e imprese lavorano insieme per costruire nuovi modelli sanitari basati sul valore con l'obiettivo di migliorare gli esiti di salute dei pazienti contenendo le risorse. Un tavolo comune a cui anche Medtronic, con il presidente e ad Michele Perrino è pronto a sedersi.

"Quello che ci portiamo a casa da questo evento -dice al termine del The Value Agenda for Italy che si è tenuto a Milano- è che c'è una regia per un'agenda italiana, questa regia non può che essere del Ministero, e sta già lavorando a una governance diversa per garantire la sostenibilità del sistema sanitario italiano, ma soprattutto per garantire una miglior cura dei nostri pazienti". Per questo "siamo assolutamente contenti" di sederci a un tavolo comune, ma anche "molto interessati a vedere quello che succederà a partire da domani, un percorso in cui Medtronic vuole essere tra gli attori, insieme ad altri".

I sistemi sanitari si trovano a gestire la sfida di rispondere ai bisogni assistenziali della popolazione, evitando di aumentare i costi e garantendo qualità e innovazione. Il progressivo invecchiamento e l’aumento dell’incidenza delle malattie croniche, sono due tra i più importanti fattori che mettono in grande difficoltà i sistemi sanitari di tutto il mondo.

In Italia il 38% della popolazione italiana ha una patologia cronica e il 5% risulta essere non autosufficiente. Sono circa 23 milioni gli italiani con almeno una cronicità, e 3 milioni coloro che vivono in uno stato di non autosufficienza. Per far fronte a questi numeri l'idea è di passare a programmi innovativi basati sulla centralità del paziente, in grado di valutare il percorso terapeutico nella sua complessità, dalla presa in carico alla gestione domiciliare.

"Per ridurre i costi e migliorare gli esiti di salute dei pazienti - spiega Perrino - è necessaria una presa in carico più coordinata durante tutto il continuum of care del paziente. Solo attraverso la sinergia tra tutti gli attori del sistema si potranno sviluppare nuove soluzioni per migliorare la qualità della cura e ottimizzare i costi complessivi per il sistema, tutelando allo stesso tempo l’innovazione tecnologica", dice nel suo intervento.

"Arrivare ad un futuro in cui l’erogazione dei pagamenti sarà subordinata al raggiungimento degli esiti di salute dei pazienti passa per una trasformazione che prende il nome di Value-Based Health Care, ovvero assistenza sanitaria basata sul valore", sottolinea.

Un modello a cui l'Italia sta appunto lavorando, in questo senso la Lombardiail primo esempio di bandel timing in Europa, è un tentativo di uscire da una logica di pagamento per prestazioni e entrare in una logica di prendersi cura di pazienti, è un primo passo - evidenzia il presidente e ad di Medtronic, Perrino -. Ci sono altre regioni che stanno seguendo lo stesso percorso, con tempistiche e esigenze diverse, questo non significa che un sistema è meglio di un altro ma significa dover adattare una metodologia e un credo comune, che è quello di dover lavorare sul valore".

Un iter in cui nessuno deve restare indietro, anche se le differenze regionali in campo sanitario non mancano. "Il Sud ce la fa, come ce la fa il Nord se abbattiamo i silos e cominciamo a lavorare insieme, non esiste un Sud e un Nord quando si parla di cure, quando si parla di paziente. Di certo bisogna accelerare i tempi, bisogna formare le classi dirigenti, ma anche i pazienti per informarli di cosa è valore, di cosa rappresenta e come si crea, come questo può cambiare il modo di fare sanità. E' un'agenda - conclude Perrino - che vale per tutta l'Italia, senza distinzioni".