Home . Fatti . Cronaca . Canadese stuprata a Milano: c'è un fermo

Canadese stuprata a Milano: c'è un fermo

CRONACA
Canadese stuprata a Milano: c'è un fermo

(Fotogramma)

I carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno dato esecuzione a un fermo di indiziato di delitto, emesso dalla locale Procura della Repubblica, nei confronti di un cittadino salvadoregno, 28enne, con precedenti per tentato omicidio, ritenuto l’autore della violenza sessuale ai danni della turista canadese consumata il 17 settembre scorso a Milano.

Le indagini, che hanno consentito in poco tempo di risalire al presunto autore della violenza sessuale, rintracciato nella giornata di ieri ad Alessandria, sono state svolte dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Milano-Porta Monforte, supportati dalle investigazioni scientifiche dei colleghi del RIS di Parma.

Il 28enne aveva già commesso una violenza sessuale nel 2010. A incastrarlo in entrambi i casi è stata la prova del Dna. I carabinieri sono risaliti al presunto aggressore incrociando i dati di tre celle telefoniche che coprivano il percorso fatto in macchina dall’uomo la sera della violenza sessuale ai danni della ragazza canadese. Da circa 15mila utenze telefoniche, gli investigatori hanno ristretto il campo a 13 numeri, considerati utili alle indagini.

Un prelievo occulto e l’attività del Ris di Parma hanno permesso di risalire all’identità del sospettato che ieri è stato fermato ad Alessandria mentre trascorreva qualche giorno a casa della compagna. Nel 2010, l'uomo, prima di essere condannato e avere scontato la pena in carcere per un tentato omicidio legato al mondo delle gang di latinos, aveva violentato e rapinato una ragazza a bordo di un treno che collegava la stazione di Milano Repubblica con Vignate.

In quella circostanza, nonostante fosse stato raccolto del materiale biologico, il fascicolo era stato archiviato. L’uomo è attualmente in stato di fermo nella città piemontese e nei prossimi giorni sarà trasferito a San Vittore.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI