Home . Fatti . Cronaca . Emilia-Romagna, in Regione incontro su 'Foia' e accesso agli atti senza limiti

Emilia-Romagna, in Regione incontro su 'Foia' e accesso agli atti senza limiti

CRONACA
Emilia-Romagna, in Regione incontro su 'Foia' e accesso agli atti senza limiti

(Fotogramma)

"Uno strumento di inchiesta nelle mani dei giornalisti, che d'ora in avanti potranno svolgere il proprio lavoro con molta più incisività, sottoponendo le amministrazioni a un più penetrante controllo". E il Difensore civico regionale, Gianluca Gardini, a presentare l'incontro 'Foia istruzioni per l'uso', in programma giovedì prossimo, 23 novembre, dalle 9 alle 13, nella sala Guido Fanti dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

La riforma del decreto trasparenza, in vigore dallo scorso dicembre - spiega Gardini sintetizzando il Foia, acronimo mutuato dalla legislazione anglosassone (Freedom of information act) - "stabilisce che chiunque ha diritto di accedere ai documenti delle pubbliche amministrazioni senza necessità di motivare la richiesta" e che "l'amministrazione è obbligata a rispondere entro 30 giorni".

Oltre a Gardini interverranno Enrico Carloni, docente all'Università di Perugia e collaboratore dell'autorità anticorruzione Anac, Giampiero Moscato, caporedattore dell'Ansa Emilia-Romagna e direttore della testata 'In Cronaca' del Master in giornalismo dell'Università di Bologna, la giornalista Elisa Murgese, che parlerà di casi concreti di Foia inoltrati alle pubbliche amministrazioni da giornalisti, la presidente del Corecom dell'Emilia-Romagna, Giovanna Cosenza, e Maurizio Ricciardelli, responsabile per la prevenzione corruzione e trasparenza della Giunta regionale.

I lavori saranno aperti dal vicepresidente dell'Assemblea legislativa Fabio Rainieri che, in seno all'Ufficio di presidenza, segue il settore comunicazione. Seguiranno gli interventi del questore dell'Ufficio di presidenza dell'Assemblea Giorgio Pruccoli; del caporedattore del Tgr Rai Emilia-Romagna e consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti Antonio Farnè; del direttore dell'Anci Emilia-Romagna Fabrizio Matteucci e del docente dell'Università di Bologna e direttore del master in giornalismo Fulvio Cammarano.

I lavori saranno presieduti dal direttore generale dell'Assemblea legislativa Leonardo Draghetti. All'incontro (evento formativo accreditato dall'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna e dal Consiglio dell'ordine degli avvocati di Bologna) verrà annunciato l'avvio di una collaborazione tra l'Assemblea legislativa e la scuola di giornalismo dell'Università di Bologna: il parlamento dell'Emilia-Romagna sosterrà la formazione specifica all'uso del Foia dei giovani cronisti che frequentano il master post laurea dell'Alma Mater.

Sempre giovedì 23 novembre, ma al pomeriggio, la sala Fanti ospiterà l'evento per la costituzione della "Rete per l'integrità e la trasparenza", con la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra l'assessore regionale alla legalità Mezzetti e alcune associazioni di enti del territorio regionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.