Gastronomia, a Padova 'Stili e Sapori'

Fino a lunedì, la Fiera di Padova ospita per la prima volta “Stili e Sapori”, Villaggio del Gusto dedicato al cibo nelle sue varie declinazioni: cinque padiglioni aperti al grande pubblico e ai professionisti del settore dove scoprire ingredienti, tecnologie e tendenze per mangiare bene e vivere meglio.

Gianfilippo Panazzolo, responsabile commerciale della rassegna elenca i numeri dell’evento: “Cinque padiglioni, 400 espositori da tutta Italia e 150 appuntamenti in tre giorni: showcooking, laboratori del gusto, degustazioni dal vivo, abbinamenti dai territori. Insomma mille occasioni per stuzzicare il palato e il gusto dei visitatori”.

Il festival riunisce quattro saloni specializzati preesistenti: LovEat - rassegna delle eccellenze enogastronomiche, Tecno&Food - salone professionale delle attrezzature per la ristorazione, VeganDays - il più grande festival etico d’Italia rivolto alla cultura cruelty-free e World Allergen & Smart Food Expo - salone di materie prime e prodotti finiti, tecnologie e servizi per allergie e intolleranze alimentari, integratori e medical food. Insieme compongono “Stili e Sapori”, una proposta inedita che prevede oltre 150 eventi (laboratori, convegni e seminari) e 400 espositori di food, beverage, health care, attrezzature professionali, ma anche di abbigliamento, accessori.

Grazie alla collaborazione con Promex e Camera di Commercio di Padova in Fiera, a “Stili e Sapori” sono giunti buyer dalla Scandinavia, dall’Austria e dall’Ucraina. “Promex ha creduto fin da subito a questa iniziativa portando un carattere di internazionalità”, conferma Franco Conzato, direttore di Promex. “In questa occasione abbiamo lanciato il marchio “Padova da gustare - le quattro stagioni del benessere” legato alla stagionalità delle nostre eccellenze in ambito alimentare e culinario e in questo modo vogliamo creare occasioni di sviluppo per le nostre imprese”.

Il baccalà protagonista a Festival Padova