Home . Fatti . Cronaca . Gastronomia, il baccalà protagonista a Festival Padova

Gastronomia, il baccalà protagonista a Festival Padova

La ricetta vicentina al centro del primo food & lifestyle festival

CRONACA
Gastronomia, il baccalà protagonista a Festival Padova

Protagonista e tema culinario di questa prima edizione di “Stili e sapori”, in fiera a Padova da oggi al 27 novembre, è il baccalà, una delle eccellenze italiane che catturano l’attenzione anche a livello internazionale.

Tecno&Food e LovEat vanta la presenza dell’enogastronomo, sommelier, formatore, nonché membro della Confraternita del Baccalà, Romolo Cacciatori. “Lo stoccafisso, il baccalà, il merluzzo: comunque vogliamo chiamarlo questo pesce eccezionale viene dalla Norvegia e per questo la nostra Confraternita di Sandrigo, a Vicenza, ha un rapporto speciale con i paesi scandinavi”, spiega Cacciatori. “Cerchiamo di divulgare la ricetta originale del baccalà alla vicentina: ci sono oltre 40 ristoranti, in tutto il mondo che vantano la certificazione e quindi possono garantire un baccalà cucinato secondo la ricetta depositata in Camera di Commercio”.

Molto attesi inoltre l’intervento dell’on. Bartolomeo Amidei che riferisce sull’istituzione del nuovo registro nazionale dei pizzaioli professionisti, il giornalista, scrittore e “oleologo” Luigi Caricato e infine la partecipazione di una delegazione norvegese composta dal foodblogger e chef di Oslo, Dag Tjersland, e da Stian Mo Færsnes, cuoco della contea norvegese di Aust-Agder.

In fiera si può trovare anche un tir dove è possibile provare una esperienza singolare: degustare dei piatti in completa oscurità. “Nel senso comune il buio fa paura e la vista inganna il gusto”, spiega Lorenzo Martini, vicepresidente della fondazione Lucia Guderzo che da anni diffonde l’uso della tecnologia per non vedenti e promuove la possibilità per le persone non vedenti di avere una vita normale. “Con questa esperienza vogliamo rovesciare la priorità dei sensi coinvolti nell’atto di degustare, sopprimendo la vista e lasciando più spazio al gusto e all’olfatto”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI