Home . Fatti . Cronaca . 'Vi dico tutto', Igor confessa

'Vi dico tutto', Igor confessa

CRONACA
'Vi dico tutto', Igor confessa

Non solo Norbert e Igor. Per sfuggire alla giustizia il presunto killer di Budrio si è servito di tanti alias. "Ho usato 18 diverse identità in 8 paesi", ha confessato ieri, come riferisce 'El Espanol', davanti ai giudici durante l'interrogatorio in videoconferenza nel tribunale di Alcaniz (Teruel), nel sud dell'Aragona.

Secondo quanto riportano i media spagnoli, Igor, ascoltato per cinque ore, ha ammesso i tre omicidi compiuti in Spagna. Il serbo ha detto alla giudice Carmen Lamela della Audiencia Nacional di essere in Spagna da settembre e di non avere un lavoro. Feher ha inoltre accettato di essere estradato in Italia per essere processato per i crimini dei quali è accusato ma rimarrà comunque in Spagna fino a quando non saranno accertate le sue responsabilità in quel Paese.

La giudice Lamela, riportano i media spagnoli, si conformerà il mandato di cattura europeo che pesa sul serbo. L'Audiencia Nacional ha spiegato che Feher verrà processato in Spagna per i tre omicidi compiuti a Albalate e Andorra e che le autorità italiane potranno chiederne l'estradizione temporanea per celebrare il processo a suo carico, per poi ritrasferirlo in Spagna per scontare la sua pena.

Feher è accusato in Spagna dell'omicidio, compiuto giovedì sera, di due agenti della Guardia Civil, Victor Romero e Victor Gesù Caballero, e di un allevatore di bestiame, Josè Luis Iranzo, in una sparatoria avvenuta tra i comuni di Albalate e Andorra. In Italia, è accusato degli omicidi di Davide Fabbri, il barista di Budrio (Bologna), ucciso lo scorso 1 aprile durante un tentativo di rapina, e di Valerio Verri, la guardia ecologica volontaria freddata nelle campagne del Mezzano (Ferrara) sette giorni dopo, durante la sua attività di anti-bracconaggio. E' sospettato anche dell'omicidio del metronotte Salvatore Chianese, ucciso il 30 dicembre 2015, davanti a una cava tra Fosso Ghiaia e Savio, nel ravennate.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI