2018, cosa accadrà

Le elezioni in Italia e il voto in Russia, passando per le Olimpiadi invernali e i Mondiali di calcio senza Italia. Senza dimenticare le consultazioni di Midterm negli Stati Uniti. Il 2018 è appena iniziato e già si preannuncia pieno di appuntamenti.

Uno dei quali è già nei pensieri del presidente Donald Trump che, in un tweet di fine anno, ha lanciato la sua sfida al Partito democratico: "Perché gli elettori dovrebbero votare i Democratici al Congresso nel 2018 visto che le loro politiche finiranno per uccidere la grande ricchezza creata dopo le ultime elezioni?".

USA - Negli Stati Uniti le elezioni di medio termine - che si svolgeranno a novembre - vengono indette due anni dopo le presidenziali e riguardano Congresso, assemblee elettive dei singoli Stati e alcuni governatori.

OLIMPIADI - Partiranno il 9 febbraio i Giochi olimpici invernali di Pyeongchang, in Corea del Sud. Per l'Italia sarà Arianna Fontana la portabandiera azzurra. Queste Olimpiadi, inoltre, potrebbero rappresentare il punto di partenza nel quale gettare le basi di una tregua tra le due Coree dopo il ramoscello d'ulivo lanciato da Kim Jong-un.

Nel suo discorso di Capodanno, infatti, il dittatore nordcoreano si è detto disponibile a inviare una delegazione alle Olimpiadi invernali mentre Seul si è offerta di tenere colloqui con la Corea del Nord il 9 gennaio.

VOTO IN ITALIA - Lo scorso 29 dicembre è finita ufficialmente la XVII legislatura. Sciolte le Camere, è stata decisa la data delle elezioni: si voterà il 4 marzo e il 23 il nuovo Parlamento si riunirà per scegliere i presidenti. Fino a quel momento, resterà in carica il governo Gentiloni che non si è dimesso.

RUSSIA - Elezioni anche in Russia, il 18 marzo. Vladimir Putin si è nuovamente candidato (tra gli sfidanti la giornalista e oppositrice Ksenya Sobchak e il garante del Cremlino per gli imprenditori, il liberale Boris Titov) e se eletto - cosa che appare decisamente scontata - per lui sarà il quarto mandato al Cremlino.

MONDIALI - Il primo mondiale senza Italia dal 1958 inizierà il 14 giugno. E intanto, dopo aver lasciato la presidenza della Federcalcio russa, Vitaly Mutko fa un passo indietro anche nel Comitato organizzatore dei Mondiali di Russia. "Mi concentrerò sul mio lavoro al governo" ha detto il vicepremier ed ex ministro dello Sport russo, coinvolto nello scandalo doping delle Olimpiadi invernali di Sochi e squalificato a vita dal Cio.

HARRY E MEGHAN - Il 2018 sarà poi l'anno del matrimonio tra il principe Harry e Megan Markle: la coppia si sposerà il 19 maggio nel Castello di Windsor. Le nozze arrivano a meno di due anni dal loro primo incontro, avvenuto nel luglio 2016.

VOTO IN MESSICO - Anno cruciale anche in Messico dove, il 1° luglio, si terranno le presidenziali per scegliere il successore di Enrique Peña Nieto.

CASTRO LASCIA - Restando in America centrale, il presidente cubano Raul Castro lascerà l'incarico ad aprile. Dopo le dimissioni del fratello Fidel, l'86enne è presidente dal 2008.

G7 IN CANADA - Dopo aver assunto la presidenza del G7 da poche ore, il Canada del premier Justin Trudeau ospiterà i leader dei sette Paesi più industrializzati l'8 e il 9 giugno a Charlevoix, in Quebec.

IL G20 - Ancora elezioni, poi, in Svezia (a settembre) e in Brasile (ad ottobre) passando per l'importante appuntamento con il G20 che si terrà a Buenos Aires, in Argentina, il 1° dicembre. A pochi giorni dalla fine di un 2018 che si preparerà a lasciare il posto ad un nuovo anno.