Home . Fatti . Cronaca . Raggi: "Io innocente, ho chiesto giudizio immediato"

Raggi: "Io innocente, ho chiesto giudizio immediato"

CRONACA
Raggi: Io innocente, ho chiesto giudizio immediato

(Fotogramma)

"Volevo informarvi che ho chiesto al Tribunale di Roma il giudizio immediato nel procedimento aperto nei miei confronti dalla procura capitolina. Desidero che sia accertata quanto prima la verità giuridica dei fatti. Sono certa della mia innocenza e non voglio sottrarmi ad alcun giudizio". Così la sindaca Virginia Raggi in un post su Facebook in relazione alla vicenda delle nomine in Comune.

"Ho piena fiducia nella giustizia e credo fermamente - sottolinea - che la trasparenza sia uno dei valori più importanti della nostra amministrazione".

Raggi sarebbe dovuta comparire il prossimo 9 gennaio davanti al gup di Roma per l’udienza preliminare: la procura infatti il 28 settembre scorso aveva chiesto per lei il rinvio a giudizio con l'accusa di falso in relazione alla nomina di Renato Marra, fratello del suo ex braccio destro Raffaele Marra, all'incarico di capo dipartimento per il turismo. Secondo l’accusa, in particolare, la sindaca avrebbe mentito all’Anticorruzione del Comune sulla nomina.

La mossa di questa mattina, con il deposito in cancelleria da parte dei suoi legali della richiesta di giudizio immediato anticipato dal post su Facebook, permetterà alla sindaca di saltare il passaggio dell'udienza preliminare e dunque, con ogni probabilità, le consentirà di comparire in aula solo dopo il 4 marzo, data delle elezioni politiche.

"Questa mattina abbiamo depositato la richiesta di giudizio immediato e e ora è tutto nelle mani del gup. Attendiamo la sua decisione". A dirlo all'Adnkronos Alessandro Mancori, uno dei legali della sindaca di Roma. "Noi - sottolinea - siamo convinti della totale estraneità dalle accuse e andiamo avanti serenamente".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI