Home . Fatti . Cronaca . 'Buon weekendone Atac', ira dei pendolari

'Buon weekendone Atac', ira dei pendolari

CRONACA
'Buon weekendone Atac', ira dei pendolari

(Fotogramma)

"È venerdì e tutto va bene. Sarà rispettato il tradizionale sciopero Atac". Pendolari sul piede di guerra per un nuovo sciopero del trasporto pubblico romano. Il primo stop dell'anno porta infatti con se le proteste di quanti, soprattutto fra gli abbonati, si trovano a dover fronteggiare l'ennesimo 'venerdì nero' della Capitale. Corse sospese, bus inesistenti e metro a intermittenza "ben prima delle 8.30, fascia di garanzia", i disagi lamentati da chi è costretto ad affrontare un'altra giornata senza trasporti. E a disturbare parecchi è anche il giorno scelto dal Prefetto.

"Mercoledì trippa, giovedì gnocchi, venerdì sciopero atac", ironizza ad esempio Roberto su quella che sembra essere ormai una consuetudine, cui segue il commento disincantato di Gabriele: "Il weekend lungo dei trasporti romani e l'ennesimo sciopero che perde di credibilità in una diapositiva esaustiva. Che se non è lunedì o venerdì non si organizza". "Andate a lavorare che vi beccate anche tredicesima e quattordicesima...dai che fate il weekend lungo...", ribatte Valentina, che non è certo l'unica a inveire contro autisti e società: "Venerdì+sciopero Atac. Tutto nella norma. Ora attendo l'autista - scrive Danilo sulla pagina ufficiale dell'azienda - che dice che non è vero che in atac si sciopera solo di venerdì...che loro fanno i turni etc etc. Domanda, con questo a quanti scioperi siamo negli ultimi 12 mesi?". "Quando scioperate ossia un venerdì al mese ci rimborsate il biglietto?", chiede poi Angelo, e ancora Daniela: "Non saltate un venerdì eh? Le corse però come le zompettate...".

Tanta, insomma, l'esasperazione, che porta alcuni ad accusare apertamente l'azienda per problemi sorti sul lavoro a causa dei ritardi. E' il caso di Sandra, che su Facebook commenta sotto al post di Atac con l'annuncio dello sciopero: "Scrivetelo pure....aspettate che applaudo. 2 ore per arrivare al lavoro con cazziatone e nota di demerito. Mortaccivostra", insulta. Come Gianluca, che augura ad Atac e dipendenti il peggio: "Spero che un giorno dobbiate dipendere da qualcun'altro per spostarvi, e spero sia per la dialisi".

"Non è che se voi non volete lavorare - accusa ancora Giulia - potete costringere anche il resto dei cittadini a non farlo. In più c'è tanta gente volenterosa che cerca lavoro, potete starvene a casa, siete facilmente rimpiazzabili". "Basta - sbotta Paola -...pura disonestà. Fallimento e chiudete questa azienda che costa troppo in termini economici e disagio fisico", tanto, sottolinea Elisabetta, "siete talmente poco presenti sulle strade di Roma che non ce ne accorgeremo neanche di questo sciopero". Ma a chiudere con ironia la lunga serie di commenti e insulti ci pensa Fabrizio, che augura un "buon weekendone. friday strike rules", lo sciopero di venerdì, scrive, se la comanda.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI