Napoli, stretto il cerchio sulla baby gang

Identificati tutti i componenti della baby gang che domenica scorsa, nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana di Napoli, ha aggredito un 16enne causandogli la frattura delle ossa del naso.

Le indagini della Polizia hanno consentito di stringere il cerchio e di identificare tutti i componenti responsabili, in concorso tra loro, del reato di lesioni aggravate.

Gli agenti del Commissariato Arenella, coordinati dalla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, dopo aver denunciato il 15enne C. M. e il 16enne G. S. O. R., nella serata di ieri hanno denunciato altri due giovani, entrambi 16enni - E. V. e G. G. - residenti nel quartiere Chiaiano e nel comune di Marano (Napoli).

Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza presenti in zona, i poliziotti hanno accertato che a sferrare il pugno al volto del 16enne è stato G. S. O. R. mentre il più giovane del gruppo, C. M., lo spalleggiava dopo essersi sfilato dal polso l'orologio in acciaio, con il cinturino collocato a mo' di tirapugni con l'intento di essere pronto a intervenire per procurare gravi lesioni alla vittima dell'aggressione.