Home . Fatti . Cronaca . Quattro bistecche e una frittura, conto da 1.100 euro a Venezia

Quattro bistecche e una frittura, conto da 1.100 euro a Venezia

CRONACA
Quattro bistecche e una frittura, conto da 1.100 euro a Venezia

(Foto Fotogramma)

Un conto da 1.100 euro per quattro bistecche e una frittura: è quanto sarebbe accaduto a quattro turisti giapponesi in un ristorante vicino a San Marco a Venezia. E non è andata meglio ad altre tre turiste, che avevano preferito mangiare da un'altra parte, pagando 350 euro per tre piatti di pasta al pesce. I casi, che sarebbero avvenuti nelle scorse settimane, sono stati resi noti dal Gruppo 25 aprile, piattaforma civica nata per Venezia, che ha raccolto la segnalazione da alcune guide turistiche.

"Abbiamo raccolto l'informazione da alcune guide turistiche - racconta il portavoce del Gruppo 25 aprile Marco Gasparinetti - un gruppo di giapponesi, 4 ragazzi, ha pagato un conto da 1.100 euro per quattro bistecche e una frittura. Un secondo gruppo, di tre ragazze, 350 euro per tre pastasciutte al pesce e in tal caso si tratta di un ristorante recidivo".

Secondo Gasparinetti si gioca sull'equivoco: "Si propongono i piatti che vanno a peso o che sono particolarmente cari". "In vista del Carnevale - sottolinea - stiamo ragionando di fare una 'mini-guida' online per i turisti per evitare 'malintesi'".

Una 'mini-guida' con le avvertenze utili soprattutto ai visitatori affinché tengano gli occhi bene aperti su alcuni particolari: "le voci coperto e servizio, se c'è il servizio non serve lasciare la mancia, in molti casi carne e pesce vanno a peso".

Talvolta, osserva il portavoce della piattaforma civica, "il turista viene considerato un pollo da spennare - prosegue Gasparinetti - Pensiamo a questa guida come un servizio alla città per evitare gli eccessi opposti, che il turista arrivi prevenuto a Venezia e si porti un panino da casa avendo paura di sedersi a mangiare".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI