Csm apre pratica su giudice Cioffi

Il Comitato di Presidenza del Csm ha dato il via libera all'apertura di una pratica in I Commissione sul caso del giudice di Napoli Nord Giuseppe Cioffi. A chiederla questa mattina erano stati i togati Francesco Cananzi, Lucio Aschettino e Antonello Ardituro.

Il magistrato è finito al centro delle polemiche dopo la pubblicazione sul quotidiano 'La Repubblica' di una foto nella quale compare insieme ad alcuni partecipanti a una convention di Forza Italia. Il giudice sostiene però di non aver partecipato alla convention e che la foto è stata scattata il giorno dopo l'evento, mentre era al bar dell'albergo del meeting per motivi personali.

Il magistrato è presidente del collegio che sarà chiamato a giudicare Aniello e Raffaele Cesaro, fratelli del parlamentare di Fi Luigi Cesaro.

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, tramite l'ispettorato, a quanto si apprende, ha avviato accertamenti preliminari sulla vicenda.

LEGALE FRATELLI CESARO - "Aniello e Raffaele Cesaro assistono preoccupati alle polemiche che, loro malgrado, sono scoppiate a latere del processo che li riguarda - dichiara l'avvocato Vincenzo Maiello, che insieme agli avvocati Paolo Trofino e Raffaele Quaranta difende i fratelli Aniello e Raffaele Cesaro - L’auspicio è che la celebrazione del processo si svolga in un clima di assoluta serenità".

"Abbiamo bisogno che i fatti vengano valutati nella loro oggettiva consistenza - spiega l'avvocato Maiello - al riparo da ogni condizionamento esterno. Solo così potranno essere riconosciute le imponenti ragioni di innocenza da loro sempre sostenute e a nostro avviso anche provate".