"Non si affitta agli stranieri"

"Mi scusi, lei di che nazionalità è?" "Egiziano". "Perché purtroppo la proprietà intende affittare solo a una persona italiana, mi dispiace non posso aiutarla". Così un'agenzia immobiliare di Bologna ha risposto a un uomo egiziano che aveva telefonato per avere informazioni su un bilocale in affitto. A denunciare quanto accaduto è stato l'assessore alla Cultura e al Turismo di Bologna, Matteo Lepore, che sul proprio profilo Facebook ha diffuso la registrazione della telefonata.

"È con grande dolore che associo questa denuncia all'immagine della nostra città - ha scritto Lepore - Il file mi è stato girato in questi giorni da un amico". Nel post, l'assessore spiega che non si tratta di un episodio isolato. "Nell'ultimo anno sono decine le segnalazioni che ho ricevuto, casi di discriminazione di questo tipo - osserva - I fatti terribili di #Macerata devono invitare tutti a guardarsi dentro. Noi siamo il razzismo, la nostra normalità e l'indifferenza".

"Disertare è necessario come cittadini in primo luogo - conclude Lepore - A tutti i candidati in Parlamento del nostro territorio chiedo di condannare questi episodi e di impegnarsi per un battaglia politica e culturale nelle istituzioni e tanto quanto nella società".