Home . Fatti . Cronaca . Picchiò vicepreside, ora chiede scusa

Picchiò vicepreside, ora chiede scusa

CRONACA
Picchiò vicepreside, ora chiede scusa

"Una lettera di scuse in cui spieghiamo anche l'accaduto". La preannuncia all'Adnkronos l'avvocato Antonietta De Carlo, legale del padre dell'alunno della scuola secondaria di primo grado 'Murialdo' di Foggia che sabato scorso si è recato a scuola e ha picchiato il vicepreside dell'istituto scolastico reo, ai suoi occhi, di aver rimproverato il figlio il giorno prima al momento dell'uscita delle classi dall'edificio. Il docente ha riportato un trauma cranico e addominale con prognosi di 30 giorni.

"Il figlio - spiega ancora il legale - aveva raccontato di essere stato allontanato dalla fila, proprio perché spingevano, e quindi strattonato e messo vicino al muro. Quando il papà ha appreso questo, c'è rimasto male ed è andato a parlare con il preside”.

In realtà ha incontrato il vicepreside Pasquale Diana. “Di fronte alla affermazione del padre dell’alunno, il preside (il vice ndr) ha negato l’accaduto”, continua l’avvocato De Carlo. “E così il mio assistito preso dalla rabbia e da un atteggiamento iperprotettivo nei confronti del figlio, ha avuto questa reazione. Ovviamente si scusa della reazione perché è stata sproporzionata ma bisogna mettersi anche nei panni di un padre che sente di vari episodi in cui i bambini vengono maltrattati".  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.