"Volevo un altro padre per le mie figlie", lo sfogo di Antonietta

"Non so più che fare, non so come andrà a finire". Ha la voce stanca Antonietta Gargiulo in una delle tante telefonate in cui si sfogava con le sue amiche per gli appostamenti del marito e carabiniere Luigi Capasso da cui si stava separando. Parole di disperazione pochi giorni prima la tragedia: prima di suicidarsi Capasso l'ha ferita, si trova ancora in un letto d'ospedale e ha ucciso le loro figlie, Alessia e Martina. L'uomo ha lasciato anche 5mila euro all'amante. Antonietta ricorda con rabbia uno dei tanti messaggi in cui le chiedeva di tornare insieme. "'Buon San Valentino a chi come me crede ancora nel nostro amore' mi ha scritto e non gli ho neanche risposto" dice la 39enne in un audio, reso noto in esclusiva dalla trasmissione Quarto Grado. E poi sbotta: "Avrei voluto un padre diverso per le mie figlie, ma questo mi ritrovo. E poi mi dico: 'A chi mi sono presa'". "Come sto? Alterno momenti di solitudine e di schifo" rispondeva all'amica la povera Antonietta che sognava solo "una vita migliore per le bambine".