"Mi vendicherĂ²", la scritta sul petto del 22enne morto ai Parioli

Overdose da sostanza stupefacente, eroina o metadone. E' l’ipotesi che emerge dall'autopsia effettuata nel pomeriggio dal professor Luigi Cipolloni dell'Università La Sapienza, sul corpo di Giuseppe De Vito Piscicelli, il giovane di 23 anni trovato cadavere ieri mattina nella sua abitazione ai Parioli a Roma, in viale di Villa Grazioli.

I magistrati della Procura di Roma hanno iscritto la fidanzata sul registro degli indagati per omicidio colposo. In attesa di conoscere gli esiti degli accertamenti tossicologici, che richiederanno più tempo, gli inquirenti si riservano di ipotizzare l’accusa di morte come conseguenza di altro reato, in merito alla cessione della droga.

Il giovane, dipendente da droga, è stato trovato morto nella sua camera, dove aveva passato la notte proprio con la fidanzata 23enne, anche lei affetta da dipendenza da droga. Sul petto del 22enne è stata ritrovata una scritta vergata con il rossetto: "Mi hai lasciata sola, mi vendicherò". Sul caso indaga la polizia.

I due, a quanto si è appreso, si erano conosciuti in una comunità di recupero per tossicodipendenti. Secondo le prime ipotesi i due potrebbero aver avuto un litigio. La ragazza, ascoltata dagli inquirenti, è stata trovata in possesso di droga e ha respinto ogni accusa negando di aver scritto la frase sul petto della vittima.

Sono stati ascoltati anche i genitori del giovane, che hanno trovato il figlio privo di vita.

AGGREDITA TROUPE TG LAZIO - Oggi intorno alle 15 una troupe che stava lavorando per conto del Tg Lazio sul caso del ragazzo trovato morto è stata aggredita da due giovani. Lo riferiscono in una nota congiunta la Fnsi, l'Esecutivo Usigrai e il Cdr del Tg Lazio, sottolineando che i due "sembrerebbe fossero conoscenti della famiglia del ragazzo deceduto".

Secondo la ricostruzione dei fatti riferita nella nota, i giovani "hanno prima dato un calcio alla telecamera, danneggiandola, e poi minacciato l’operatore Giuseppe Perfetti, con queste parole: 'se non ve ne andate, vi spacco'. La troupe aveva appena cominciato a fare immagini della via dove è avvenuto il fatto di cronaca. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine intervenute sul posto".