Home . Fatti . Cronaca . Ad Alessandro Franzi il premio in ricordo di Cristina Bassetto

Ad Alessandro Franzi il premio in ricordo di Cristina Bassetto

CRONACA
Ad Alessandro Franzi il premio in ricordo di Cristina Bassetto

"Non solo la caccia alla notizia eclatante ma anche e soprattutto la ricerca della completezza, della precisione e dell’equilibrio tra le diverse tesi in campo. Non cronista da veline, ma giornalista di razza a caccia di verità con passione e umanità. Le parole dedicate a Cristina Bassetto da un collega sembrano scritte per Alessandro Franzi". E a lui è andato il premio speciale in ricordo di Cristina Bassetto, cronista di giudiziaria dell'agenzia di stampa AdnKronos, scomparsa lo scorso 18 settembre.

Il riconoscimento è stato istituito dal Gruppo cronisti lombardi, in occasione dell'edizione 2018 del Premio giornalistico regionale Guido Vergani, che oggi ha decretato i vincitori delle tre sezioni del premio, cartaceo, video e web. "Nell’articolo 'Arrivederci Roma, il centro della politica si sta spostando a Milano', Franzi - spiegano i colleghi di Cristina nelle motivazioni del riconoscimento - ha saputo interpretare in maniera originale la nascita e la crescita dei cosiddetti partiti populisti, Movimento Cinquestelle e soprattutto Lega, e ha saputo ricostruire le origini e le ragioni del trend euroscettico, con approfondite inchieste sul campo anche all’estero. A lui, giornalista per LInkiesta e per l’Ansa, il premio in ricordo della collega Cristina Bassetto".

"E’ trascorso meno di un anno dalla scomparsa di una amica di tutti noi -hanno poi ricordato dal palco i colleghi della Bassetto-. Storica firma dell’agenzia AdnKronos da Palazzo di Giustizia, Cristina ha lasciato un ricordo indelebile in tanti giornalisti". Era "una cronista, sempre in prima linea per la difesa del nostro lavoro e anche dei precari, sfruttati e umiliati dentro e fuori dalle redazioni. E precario è anche Alessandro Franzi, cronista politico, che per il sito Linkiesta ha disegnato uno scenario che dall’economia alla politica ha portato a rimettere al centro della vita del Paese la città di Milano. Anticipando, un anno prima, alleanze e giochi di potere che avrebbero portato all’attuale asse tra Lega e Cinque Stelle". Per queste ragioni "ad Alessandro Franzi va il premio in memoria di Cristina Bassetto". E al Gruppo cronisti lombardi va "il ringraziamento più sentito per aver istituito questo premio".

I cronisti dell’anno 2018 vincitori del premio giornalistico regionale Guido Vergani sono Chiara Baldi, per la sezione cartaceo, Daniele Zinni, Federica Liparoti e Laura Gioia per la parte video e Giampaolo Mannu e Sacha Biazzo per le testate web. I loro servizi sono stati selezionati dalla Giuria presieduta dal direttore di Oggi Umberto Brindani e composta da Brunella Giovara (Repubblica), Paolo Baldini (Corriere), Massimo Donelli (Rai), Fabrizio Lucidi (il Giorno) e dai membri del Gruppo cronisti lombardi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.