Home . Fatti . Cronaca . "Saluto romano in Comune", consigliere sotto accusa

"Saluto romano in Comune", consigliere sotto accusa

CRONACA
Saluto romano in Comune, consigliere sotto accusa

(Fotogramma)

Si sono recate al consiglio comunale di Verona per contrastare l'approvazione di due mozioni antiabortiste ma, poco dopo essere entrate in aula, sarebbero state 'accolte' con un saluto romano. A denunciare l'episodio sono le attiviste di 'Non una di meno' che, in un post su Facebook, chiedono "le immediate dimissioni" di Andrea Bacciga, consigliere della lista 'Battiti' nonché autore del gesto sotto accusa.

Il saluto romano è punito dal nostro codice penale", scrivono le rappresentanti del movimento femminista, sostenendo che "il gesto risulta ancor più grave se commesso da un rappresentante delle istituzioni che ha giurato sulla costituzione italiana, costituzione antifascista, e all'interno di una sede istituzionale".

Interpellato sulla questione il consigliere avrebbe, però, rigettato le accuse. "Io stavo entrando, ho salutato in questa maniera qua delle persone con la mano destra - avrebbe detto in aula, rispondendo ad un quesito della minoranza - ma se è proibito salutare con la mano destra ditemelo, evidentemente siamo in un regime che dovrò salutare con il pugno chiuso. Io ho salutato con la mano destra, se volete tagliarmi la mano destra fatelo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.