Home . Fatti . Cronaca . 'Favoletta' crollo, M5S: "Non era su sito ufficiale"

'Favoletta' crollo, M5S: "Non era su sito ufficiale"

CRONACA
'Favoletta' crollo, M5S: Non era su sito ufficiale

Il governo e il mondo politico in generale in queste ore si stringono attorno alla città di Genova, colpita dalla tragedia del crollo del ponte Morandi. Eppure l'8 aprile del 2013, sul sito del Movimento 5 Stelle, veniva pubblicata una nota del Coordinamento dei Comitati No Gronda (contrari alla costruzione del nuovo sistema autostradale del capoluogo ligure, composto da quattro strade che si fondono insieme) in cui l'allarme su un possibile crollo del viadotto veniva bollato come una "favoletta".

"Ci viene poi raccontata, a turno, la favoletta dell'imminente crollo del Ponte Morandi, come ha fatto per ultimo anche l'ex Presidente della Provincia, il quale dimostra chiaramente di non avere letto la Relazione Conclusiva del Dibattito Pubblico, presentata da Autostrade nel 2009", scrivono i Comitati No Gronda nel comunicato pubblicato su movimento5stelle.it nella sezione 'liste civiche' (questo il link, che ora risulta irraggiungibile: http://www.movimento5stelle.it/listeciviche/liste/genova/2013/04/crescita-felice-comunicato-del-coordinamento-dei-comitati-no-gronda.html).

"In tale relazione si legge infatti che il Ponte '...potrebbe star su altri cento anni' a fronte di '...una manutenzione ordinaria con costi standard'", prosegue la nota, sottolineando come "queste considerazioni" siano "inoltre apparse anche più volte sul Bollettino degli Ingegneri di Genova".

"In relazione ad alcuni articoli di stampa online relativi alle posizioni dei comitati NoGronda del 2013, si precisa che 'il sito M5S' citato non era una pagina ufficiale del Movimento cinque stelle", riferiscono fonti del Movimento 5 Stelle. All'Adnkronos Luca Pirondini, capogruppo M5S in consiglio comunale a Genova ed ex candidato sindaco del capoluogo ligure, a proposito del comunicato aveva detto: "La 'favoletta' del crollo del Ponte Morandi? Quella parte del sito era gestita dal gruppo comunale 5 Stelle di allora. E poi il comunicato è del comitato 'No Gronda', che lo ha firmato".

"La rimozione delle dichiarazioni fuori luogo che comparivano sul blog del Movimento 5 Stelle sulla 'favoletta' del possibile crollo del Ponte Morandi a Genova è positiva ma tardiva. Ma soprattutto non contribuisce alla trasparenza e alla chiarezza: ora M5S, Di Maio e Toninelli sconfessano, opportunamente, quanto sosteneva il loro partito sul sito ufficiale fino a pochi minuti fa?", scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi. "Hanno giustamente cambiato idea? Prendono le distanze da certa propaganda che fa male all'Italia? Invece di rimuovere e fare finta di nulla, dovrebbero spiegare in piena trasparenza che andare dietro chiacchiere non confermate dalla scienza e dagli esperti alimenta solo ignoranza e cattiva politica", conclude l'esponente dem.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.