Milano, teschi e ossa umani venduti online

Tre persone sono state denunciate dai carabinieri di Milano per traffico illegale di resti umani. I tre, adulti e residenti nel Nord Italia, acquistavano online resti umani dissotterrati in Repubblica Ceca, come teschi, ossa o scheletri completi, per poi rivenderli sempre online a un prezzo maggiorato. Un teschio umano, ad esempio, poteva essere acquistato a 100 euro ed essere rivenduto all'estero a 600 euro.

L'indagine è stata avviata alla fine dello scorso agosto, quando al centro di smistamento di Ups a Milano è stato individuato un teschio all'interno di un pacco. E il giorno successivo due teschi sono stra trovati all'interno di un'altra scatola. I mittenti sono stati individuati e denunciati per detenzione non autorizzata di resti umani.

Durante la perquisizione nelle abitazioni dei tre uomini sono stati trovati altri resti, fra cui una decina di teschi, due scheletri completi e le ossa di diversi arti. Al momento sono in corso gli esami per determinare la datazione dei resti e la loro origine. Per ora gli inquirenti tendono a escludere che nella compravendita dei resti siano coinvolte sette sataniche e propendono per un commercio fra collezionisti.