Home . Fatti . Esteri . Siria: Oxfam, 65% rifugiati in Giordania teme il non ritorno

Siria: Oxfam, 65% rifugiati in Giordania teme il non ritorno

ESTERI

Amman, 12 mar. - (Adnkronos/Aki) - I rifugiati siriani in Giordania temono di non poter piu' fare ritorno in patria, nonostante lo desiderino. E' quanto emerge da un sondaggio condotto dall'ong Oxfam, che ricorda come siano 2,5 milioni i siriani fuggiti all'estero dallo scoppio della rivoluzione contro il regime di Bashar al-Assad nel marzo 2011 e come siano invece 6,5 milioni gli sfollati interni. Tra questi, il 65 per cento dei 1.015 rifugiati raggiunto da Oxfam in tre diverse regioni della Giordania teme di non poter piu' tornare a casa. Nonostante la stragrande maggioranza degli interpellati voglia tornare in Siria, solo un terzo dei contattati ritiene di poterlo fare, mentre il 78 per cento non sa quando questo potrebbe accadere.

''Il sondaggio mostra che la speranza di molti rifugiati di tornare in Siria è in calo - ha detto Andy Baker, che si occupa di Siria per Oxfam - Stanno vivendo in un limbo, combattendo ogni giorno per sopravvivere, con poche idee su quello che potrebbe riservare loro il futuro. I siriani si meritano di meglio'', ha aggiunto Baker.

In Giordania vivono oltre 500mila rifugiati siriani, circa 100mila solo nel campo profughi di Zaatari. A dicembre l'Onu ha chiesto 4,6 miliardi di euro per le vittime della guerra in Siria, ma di questi sono stati donati solo il 12 per cento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.