Francia: venduta all'asta per 180mila euro l'Alfa Romeo di Benito Mussolini

L'Alfa Romeo cabrio di Benito Mussolini è stata venduta all'asta per 180mila euro a Carpiquet, vicino la città francese di Caen, nella Bassa Normandia. Lo riferiscono i media locali, precisando che ad aggiudicarsi questa mattina il veicolo, completamente da restaurare, è stato un museo russo. Nonostante oggi sia praticamente un rottame, la macchina è stata una delle più lussuose della sua epoca e si tratta di un modello commissionato dal Re d'Italia nel 1937 come parte di quelle da utilizzare nelle parate. Mussolini ne avrebbe poi fatto la sua unica vettura ufficiale.

Dopo la guerra, il mezzo era "scomparso" per circa 70 anni. Inizialmente venne acquistato da un meccanico di Roma nell'ottobre del 1945, poi fu venduto a Alessandro Dudan, già senatore del Regno, che decise di nasconderla ai soldati americani. Dudan fece poi murare l'auto in uno dei suoi garage, dove sarebbe restata per 15 anni, prima che la riuscisse a trovare suo figlio. Solo recentemente la famiglia Dudan ha accettato di vendere l'auto, che è stata infine messa all'asta dalla società Aiolfi & partners.

La cifra per la quale è stata acquistata è leggermente inferiore a quella stimata, di 215mila euro. Una volta riacquistato il suo antico splendore, secondo gli esperti, questa Alfa Roméo potrebbe raggiungere anche un valore di 500mila euro.