Home . Fatti . Esteri . Iraq: situazione sempre piu' drammatica, la preoccupazione del Papa

Iraq: situazione sempre piu' drammatica, la preoccupazione del Papa

patriarca Younan oggi in Vaticano, notizie disastrose non mischiamo religione a politica

ESTERI

Sempre più drammatica la situazione per i cristiani in Iraq. Lo denuncia il patriarca della Chiesa cattolica sira, Ignace Joseph III Younan che stamani ha incontrato in Vaticano mons. Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati. Papa Francesco, riferisce Younan alla Radio Vaticana, "sta seguendo con grande preoccupazione e vicinanza la situazione in Iraq", dove la comunità cristiana è a rischio sopravvivenza. A Mosul non ci sono più cristiani dopo quasi duemila anni, dice Younan. "Le ultime notizie sono disastrose - ha spiegato -. Noi con rammarico ripetiamo ciò che abbiamo sempre detto: non si deve mischiare la religione con la politica".

"Se ci sono inimicizie tra sciiti, sunniti e non so chi altro, -osserva il patriarca Younan- questo non deve essere assolutamente una ragione per attaccare innocenti cristiani e altre minoranze a Mosul e altrove. Non è nemmeno una ragione per distruggere luoghi di culto, chiese, vescovadi, parrocchie, nel nome di una cosiddetta organizzazione terrorista che non ascolta la ragione e non bada alla coscienza. Noi con rammarico diciamo che il nostro arcivescovado a Mosul è stato bruciato totalmente: manoscritti, biblioteca… E hanno già minacciato che, se non si convertiranno all'islam, tutti i cristiani saranno ammazzati. E' terribile! Questa è una vergogna per la comunità internazionale. (segue)

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI