Home . Fatti . Esteri . Islam: Gran mufti del Cairo, religione del dialogo, sradicare estremismo

Islam: Gran mufti del Cairo, religione del dialogo, sradicare estremismo

ma comprendere fattori che contribuiscono a giustificarlo

ESTERI

"L'Islam è una religione del dialogo, rappresenta un sistema mondiale aperto, che non cerca mai di erigere barriere tra i musulmani e gli altri. Anzi i musulmani devono avvicinare gli altri con cuore aperto, con il fine di giungere al chiarimento delle questioni e non di attaccare chiunque presenti un'obiezione, poiché questo non contribuisce al dialogo e alla comprensione". E'una difesa appassionata del contributo che la civiltà islamica ha dato nei secoli alla crescita complessiva dell'umanità quella che ha fatto nella seduta inaugurale del XXVIII Incontro internazionale per la pace di Sant'Egidio ad Anversa il Gran Mufti della Repubblica Araba d'Egitto Shawki Ibrahim Abdel-Karim Allam, sostenitore di un Islam che non si considera superiore rispetto alle altre religioni, ma considera ''nostri compagni'' tutti coloro ''che operano per il progresso costruttivo nel mondo''.

Eletto nel febbraio 2013 alla carica piú prestigiosa dell'universo teologico sunnita, il Gran Mufti d'Egitto ha sempre propugnato idee moderate e illuminate. Nel suo intervento, citato in una nota di Sant'Egidio, ha affermato che il dialogo è "una responsabilità attribuita ai musulmani dalla natura della loro religione", una pratica virtuosa che "abbiamo appreso dalla chiara, incontaminata, sapiente lezione della grande università di Al-Azhar e non da alcuni autoproclamati seguaci che hanno cercato di dipingere una immagine distorta dell'Islam come fede isolazionista".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI