Mogherini in Medio Oriente, il ministro degli Esteri palestinese: "Con lei nuovo ruolo chiave della Ue"

Ottimismo arriva dal ministro palestinese degli Esteri Riad al-Malki per la visita in Israele e nei Territori palestinesi dell'Alto rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza dell'Ue Federica Mogherini. "Mogherini - dice al-Malki in dichiarazioni ad Aki - Adnkronos International - è un'amica dei palestinesi e della regione".

Il ministro esprime quindi "ottimismo" rispetto "al ruolo chiave che l'Unione europea avrà" in Medio Oriente "durante il mandato" della Mogherini.

Per al-Malki è "positivo" che Mogherini consideri come "obiettivo primario uno Stato palestinese".

Il riferimento è alle recenti dichiarazioni della titolare della diplomazia europea al quotidiano 'la Stampa': "Trovo che il nodo più interessante è se riusciremo ad avere uno Stato palestinese nei miei cinque anni di mandato".

Il ministro palestinese degli Esteri si augura infine che la visita di Mogherini "sia un inizio per un impegno di collaborazione dopo la vittoria dei repubblicani alle elezioni di midterm negli Usa: così l'Ue - spiega - avrà l'opportunità di svolgere un ruolo maggiore in coordinamento con l'Amministrazione americana per rilanciare il processo politico volto a porre fine all'occupazione israeliana dei territori, con la condizione dei confini del '67 e secondo una tabella di marcia ben definita".