Home . Fatti . Esteri . Dagli atolli all'Is, aumentano i giovani musulmani che lasciano le Maldive per andare in Siria

Dagli atolli all'Is, aumentano i giovani musulmani che lasciano le Maldive per andare in Siria

ESTERI
Dagli atolli all'Is, aumentano i giovani musulmani che lasciano le Maldive per andare in Siria

Nelle ultime settimane c'è stata un'impennata del numero di giovani musulmani che hanno lasciato le Maldive per recarsi in Siria e unirsi al gruppo di jihadisti dello Stato Islamico. Lo rivela 'The Guardian', secondo cui le partenze sarebbero avvenute a piccoli gruppi, prima a bordo di traghetti, poi mischiandosi ai turisti in attesa all'aeroporto.

Da quando si sono registrate nell'ottobre 2013 le prime partenze verso la Siria, cinque maldiviani sono stati uccisi nel paese mediorientale. E la nuova ondata di partenze ha aumentato i timori di un'incombente minaccia sia per i milioni di turisti che visitano i 1.200 atolli delle Maldive ogni anno, sia per i paesi come il Regno Unito che non richiedono il visto ai cittadini dell'isola. "Ci sono gravi preoccupazioni - ha detto un diplomatico occidentale nella regione - Il rischio è quello di un attacco a livello locale o di qualcuno che sta arrivando in Europa o addirittura negli Stati Uniti".

Quattro persone sono state fermate dalle autorità. Ma si stima che siano da 50 a 100 gli abitanti del paese che hanno aderito alla "jihad". Gli analisti dicono che l'emergere del Fronte al Nusra, affiliato ad Al Qaeda, e dell'Is in Siria, ha catalizzato un problema esistente, dandogli una nuova dimensione e urgenza. "Ha avuto davvero un grande impatto. Ha reso (la jihad) popolare e in qualche modo attraente", ha detto Azra Naseem, ricercatore presso la Dublin City University, che viene dalle Maldive ed è specializzata in radicalizzazione.

Anche se alcuni dei giovani che si sono recati in Siria provengono dalle comunità povere di pescatori delle isole periferiche, la maggior parte delle partenze recenti sono avvenute dalla capitale Malé. Il mese scorso quasi una decina di membri di una banda chiamata Kuda Henveiru ha lasciato il proprio quartiere dove predicazioni radicali, criminalità organizzata e problemi sociali hanno creato un mix tossico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.