Home . Fatti . Esteri . Dalla Russia al Brasile, dall'Europa alla Turchia: ecco le destinazioni più economiche per gli americani

Dalla Russia al Brasile, dall'Europa alla Turchia: ecco le destinazioni più economiche per gli americani

ESTERI
Dalla Russia al Brasile, dall'Europa alla Turchia: ecco le destinazioni più economiche per gli americani

Dalla Russia al Brasile, dall'Europa alla Turchia, questo è un momento particolarmente propizio per gli americani per intraprendere un viaggio. L'economia americana è infatti in decisa ripresa, il dollaro ha maggiore potere d'acquisto rispetto a quasi tutte le valute del mondo e i prezzi degli hotel all'estero sono in calo, a volte in modo significativo.

Proprio recentemente TripAdvisor ha pubblicato un report sulle destinazioni più economiche da visitare nel 2015, rilevando che le tariffe alberghiere internazionali presenti sul sito sono scese del 7% dal 2014 al 2015. Un calo che in Europa ha raggiunto il 9%. Questo declino, in parte dovuto a fattori economici e politici delle destinazioni, avvantaggia in particolar modo gli americano grazie al cambio Euro/Dollaro molto favorevole.

In testa alla classifica delle destinazioni che offrono prezzi più bassi rispetto all’anno scorso, troviamo la Russia, con un calo del 45%, seguito dall'Ucraina in calo del 38%. Ma ci sono offerte sorprendenti anche in Svezia e Norvegia, dove i prezzi degli hotel sono in calo del 19% e 17%, rispettivamente. Tra i paesi più 'popolari', troviamo poi la Francia (-13%), la Germania (-10,9%) la Spagna e l'Italia (-8,4%).

Non sono solo gli alberghi, però. Il rallentamento economico in Europa ha portato ad un calo generale dei prezzi. Mentre i prezzi sono aumentati leggermente in Germania e in Francia (0,1%), sono in calo in Italia, Spagna, Olanda e molti altri paesi. Così i clienti possono trovare occasioni di alloggio, cibo e prodotti locali. Nel frattempo, il dollaro più forte (vale il 21% in più rispetto a un anno fa contro l'euro) rende le differenze ancora più marcate. Di conseguenza, ha dichiarato Kurt Crowl, di un'agenzia di viaggi di Washington "l'Europa è molto, molto richiesta". In particolare "l'Islanda è molto popolare. Estremamente popolare e ora ci sono voli diretti dalla nostra zona".

I dati sono leggermente diversi in Asia: secondo TripAdvisor i prezzi degli hotel giapponesi diminuiti dell'1% quest'anno, mentre le camere cinesi sono scese del 5%. I cambiamenti non stanno però attirando molti visitatori. "L'Asia non è forte come una volta e la Cina non è così popolare come lo era qualche anno fa", ha detto Crowl. Più vantaggiosa l'India, dove molte persone continuano ad 'approfittare' del fatto che il dollaro negli ultimi dieci anni ha guadagnato il 42% contro la rupia indiana.

Forte l'appeal anche del Sud America dove i migliori prezzi della camere (-12% in Brasile e -10% in Colombia) e una maggiore stabilità, hanno reso la meta più accessibile rispetto ad altre parti del mondo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI