Home . Fatti . Esteri . Broker centenaria festeggerà suonando campanella Wall Street

Broker centenaria festeggerà suonando campanella Wall Street

ESTERI
Broker centenaria festeggerà suonando campanella Wall Street

Le quotazioni della Borsa di New York. (Infophoto)

Sul punto di compiere 100 anni, Irene Bergman festeggerà la ricorrenza suonando la campanella che ogni giorno segna l'inizio delle contrattazioni di Wall Street. Sarà un degno compleanno per una delle prime donne a diventare consulente finanziario che, essendo ancora in attività, detiene anche il record di broker più longevo della borsa americana. La data esatta, il 2 agosto, cade di domenica, e quindi la cerimonia verrà fissata nei giorni successivi. Nessuna persona così anziana ha mai avuto questo onore in 198 anni di storia del New York Stock Exchange.

Figlia del vice presidente della Borsa di Berlino, la Bergman fu costretta a lasciare la Germania e poi l'Olanda per sfuggire alla persecuzioni naziste. Approdata negli Stati Uniti con la famiglia, la giovane ragazza ebrea cominciò a lavorare come segretaria in una banca nel 1942. Ma il suo sogno era seguire le tracce del padre e 15 anni dopo riuscì ad entrare in una società di consulenze finanziarie. Dal 1973 lavora per la società Stralem e ancora oggi gestisce, da casa, i portafogli di diversi clienti affezionati. Chi l'ha scelta non cerca guadagni facili e veloci, ma rendite sicure. E la Bergman, forte di una notevole esperienza, non ha mai perso un cliente.

La broker, che non si è mai sposata e non ha figli, vive da sessant'anni nel suo appartamento di Manhattan, dove è assistita da quattro persone. Attribuisce la sua longevità ai buoni geni e la lucidità mentale al fatto di non essere mai andata in pensione. Non ha mai seguito diete speciali, ma fino a 80 anni è andata regolarmente a cavallo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.