Home . Fatti . Esteri . "Giriamo il mondo (pulendo bagni)", il dietro le quinte di una coppia globetrotter /Foto

"Giriamo il mondo (pulendo bagni)", il dietro le quinte di una coppia globetrotter

ESTERI
Giriamo il mondo (pulendo bagni), il dietro le quinte di una coppia globetrotter /Foto

(da Instagram)

Chanel Cartell e Stevo Dirnberger lo hanno fatto. Hanno fatto quello che in molti dicono di voler fare: lasciare il lavoro e girare il mondo. La differenza tra 'i molti' e 'i due' è semplice: i primi trovano sempre qualche alibi, Chanel e Stevo invece no. E così, lo scorso 31 gennaio, hanno lasciato il loro lavoro ben retribuito e sono partiti da Johannesburg, in Sudafrica, per conquistare il mondo.

Per chi volesse seguirli in questa impresa, i due 29enni hanno creato un account Instagram - 'How far from home', con quasi 100mila follower - sul quale postano le immagini dei luoghi e delle città che visitano, dal km zero in poi. "Per tutto un anno - scrivono sul social network - viaggeremo alla ricerca di ispirazione per accendere la nostra creatività".

E dire che ne dovevano avere già molta, visto che lavoravano nel campo pubblicitario e dell'advertising. Ma ora l'obiettivo è "avventurarsi il più lontano possibile da casa, con i mezzi a nostra disposizione. Vogliamo un viaggio che ci permetta di vivere al di fuori della nostra zona di comfort".

Qualcosa che - da Abu Dhabi all'Austria, dalla Norvegia alla Germania e fino in Grecia, dove si trovano al momento - è diventata realtà: in cambio di cibo e un letto, infatti, Chanel e Stevo scrostano bagni, raccolgono sterco di vacca e cercano di risparmiare viaggiando su autobus.

"Finora - scrive la giovane - penso che abbiamo lavato 135 servizi igienici, steso 250 kg di sterco e non riesco nemmeno a ricordare quanti bicchieri abbiamo lucidato". Non è poi neanche così raro che vadano a letto affamati. "Il nostro budget è davvero ristretto - aggiunge - e siamo così costretti a usare la creatività per risolvere la maggior parte dei problemi (e anche le piccole crisi di pianto)". Ma, in cambio, hanno trovato la libertà di un mondo da esplorare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.