Home . Fatti . Esteri . Danni ingenti al castello di Palmira dopo il ritiro dei miliziani Is

Danni ingenti al castello di Palmira dopo il ritiro dei miliziani Is

ESTERI
Danni ingenti al castello di Palmira dopo il ritiro dei miliziani Is

(Afp)

I miliziani del sedicente Stato Islamico (Is) hanno causato diversi danni al castello di Palmira prima di ritirarsi per l'avanzata del regime di Damasco e dei suoi alleati.

Lo scrive l'agenzia di stampa 'Sana', precisando che limitandosi a una visione dall'esterno del castello si nota che la scalinata che conduceva all'ingresso è stata fatta saltare in aria ed è stata completamente demolita, come molte altre parti della struttura.

Al momento non è stato ancora possibile entrare all'interno del castello proprio a causa delle demolizioni effettuate, ma le riprese effettuate dall'alto mostrano danni evidenti alla struttura.

Il castello, che si trova nella parte occidentale della città di Palmira, è passato sotto il pieno controllo delle forze armate solo nel pomeriggio di ieri a seguito di operazioni mirate a risparmiare la cittadella da ulteriori danni. L'Is aveva conquistato lo scorso maggio il sito archeologico patrimonio dell'Unesco.

La televisione di Stato siriana e l'Osservatorio siriano per i diritti umani parlano di scontri mentre l'emittente precisa che il distretto settentrionale di Palmira, quello di al-Amiriya, è in mano alle forze siriane.

La riconquista da parte dell'esercito e dei miliziani alleati con il sostegno dei raid aerei russi rappresenta la maggiore vittoria sull'Is dall'inizio dei bombardamenti lanciati da Mosca in Siria dal 30 settembre scorso. La storica città di Palmira, patrimonio dell'Unesco, era caduta nelle mani dell'Is a maggio 2015.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.