Home . Fatti . Esteri . Libia, il premier di Tripoli ha lasciato la capitale: si è rifugiato a Misurata

Libia, il premier di Tripoli ha lasciato la capitale: si è rifugiato a Misurata

ESTERI
Libia, il premier di Tripoli ha lasciato la capitale: si è rifugiato a Misurata

(Afp)

Il premier del governo di Tripoli, Khalifa Ghwell, avrebbe lasciato la capitale libica per rifugiarsi a Misurata dopo l'arrivo a Tripoli del Consiglio presidenziale con a capo Fayez al-Serraj. Lo scrive il giornale libico online Libya Herald in un articolo che reca la data di ieri, in cui si legge che "Ghwell ha lasciato Tripoli la scorsa notte alla volta di Misurata".

Negli uffici "del premier lungo Sikka Road sono arrivati ieri pomeriggio membri della Commissione sicurezza del Consiglio presidenziale" guidato da Fayez al-Serraj e, scrive il Libya Herald, "sono stati posti i sigilli ai computer e ai documenti" presenti nella sede.

Nel frattempo, prosegue il giornale, Serraj ha ricevuto nella base navale di Abu Sittah - dove si è temporaneamente stabilito con i componenti del Consiglio presidenziale - una serie di dignitari, primo tra tutti il governatore della Banca centrale libica Saddek Elkaber, rimasto al potere nonostante la decisione di rimuoverlo arrivata lo scorso giugno dal governo di Abdullah Al-Thinni. Serraj ha incontrato anche, secondo lo stesso giornale, i capi delle 13 municipalità di Tripoli e del Consiglio municipale di Tripoli.

Secondo il Libya Herald, Serraj avrebbe visto anche alcuni attivisti della società civile. Non è chiaro, sottolinea il giornale online, se tra gli ospiti ricevuti ci siano anche ufficiali delle forze armate. Intanto avrebbe lasciato Tripoli, stando a quanto si legge, anche il presidente del Parlamento di Tripoli, Nuri Abu Sahmain, che si sarebbe invece rifugiato a Zuwara, sua città natale.

"L'amministrazione ribelle di Tripoli si dilegua", è il titolo del lungo articolo del Libya Herald firmato da Saber Ayyub, che cita anche "fonti attendibili" di Misurata secondo cui i leader della città e i vertici del suo consiglio militare avrebbero avuto un ruolo nella 'fuga' di Ghwell da Tripoli dove si sarebbero recati due giorni fa per incontrare Ghwell, originario di Misurata. Qui, conclude il giornale, si sarebbe rifugiato anche Jamal Zubia, portavoce dell'amministrazione Ghwell per i rapporti con i media stranieri.

Su Twitter il premier Matteo Renzi scrive: "Sosteniamo tutti insieme lo sforzo del Governo di al-Sarraj, finalmente a Tripoli".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.