Home . Fatti . Esteri . Parigi rinuncia a inviare ambasciatore gay in Vaticano, andrà all'Unesco

Parigi rinuncia a inviare ambasciatore gay in Vaticano, andrà all'Unesco

ESTERI
Parigi rinuncia a inviare ambasciatore gay in Vaticano, andrà all'Unesco

(Fotogramma)

Il governo francese ha abbandonato il suo tentativo di inviare Laurent Stefanini come ambasciatore presso la Santa Sede, attribuendogli oggi l'incarico presso l'Unesco. Si chiude così uno stallo che dura da oltre un anno. Nominato nel gennaio 2015, Stefanini non ha mai ricevuto il gradimento del Vaticano, che non ha apprezzato la scelta di un diplomatico omosessuale dopo le tensioni con la Francia sul matrimonio fra persone dello stesso sesso.

Fino ad oggi Parigi non aveva voluto tornare indietro sulla sua scelta. Ex capo del protocollo all'Eliseo fra il 2001 e il 2005, Stefanini è stato il numero due dell'ambasciata francese presso la Santa Sede. Il presidente francese Francois Hollande lo ha definito "uno dei migliori diplomatici" del nostro Paese. Secondo i media francesi, Stefanini è stato ricevuto nell'aprile dello scorso anno da Papa Francesco che gli ha assicurato di non avere nulla di personale nei suoi confronti.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI