Home . Fatti . Esteri . Nordcorea, Kim loda successi nucleari all'apertura del Congresso del Partito unico

Nordcorea, Kim loda successi nucleari all'apertura del Congresso del Partito unico

ESTERI
Nordcorea, Kim loda successi nucleari all'apertura del Congresso del Partito unico

(Foto Xinhua)

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha aperto il Congresso del partito dei lavoratori lodando i successi raggiunti nel campo delle armi nucleari. "Sono stati raggiunti successi senza precedenti", ha affermato Kim, secondo quanto ha riferito in serata la televisione nazionale, citata dal sito della Bbc. L'emittente nordcoreana ha diffuso alcune immagini di Kim che parlava su un palco davanti ad una platea gremita.

L'apertura del Congresso del partito unico nordcoreano, il primo negli ultimi 36 anni e il primo celebrato da quando il potere è stato assunto da Kim Jong Un, alla fine del 2011, dopo la morte del padre Kim Jong-il, è avvenuta questa mattina a porte chiuse. Le prime notizie sul suo andamento sono state diffuse solo la sera. Oltre 100 giornalisti stranieri erano stati invitati a seguire l'evento, ma non sono stati ammessi ai lavori. Per loro è stata organizzata una visita ad una fabbrica di cavi. Il Congresso dovrebbe servire a cementare il potere di Kim, in un anno segnato dal quarto test nucleare effettuato dalla Corea del Nord e dal lancio di un missile nello spazio.

Per l'ultimo giorno di Congresso è prevista l'elezione dei nuovi membri del Comitato centrale del partito. Le autorità nordcoreane hanno intanto elevato lo stato di allerta militare nel Paese. "Non sembrano esserci movimenti di truppe diversi dal solito ma i militari sembrano mantenere un livello di allerta più elevato", ha spiegato una fonte all'agenzia Yonhap. In passato, ha aggiunto la stessa fonte, è già accaduto che in occasione di eventi politici chiave per il paese il livello di preparazione delle truppe venisse innalzato.

Fra i giornalisti stranieri presenti, vi era Anna Fifield del Washington Post, che ha raccontato come ai reporter non sia stato consentito nemmeno di avvicinarsi alla sede del Congresso. I giornalisti stranieri sono stati tenuti a una distanza di almeno 300 metri dall'edificio, sul lato opposto di un grande crocevia. Alla domanda sul perché i giornalisti invitati non potessero entrare, l'interprete assegnato alla giornalista del Post ha risposto di non saperlo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI