Home . Fatti . Esteri . Israele, Fiamma Nirenstein ritira candidatura ad ambasciatore a Roma

Israele, Fiamma Nirenstein ritira candidatura ad ambasciatore a Roma

ESTERI
Israele, Fiamma Nirenstein ritira candidatura ad ambasciatore a Roma

(Fotogramma)

Fiamma Nirenstein, ex parlamentare del Pdl, ha ritirato la sua candidatura al ruolo di ambasciatore di Israele in Italia. Lo scrive il quotidiano israeliano Haaretz.

"Ringrazio il premier Benyamin Netanyahu per la fiducia che ha riposto in me. Vorrei ribadire la mia disponibilità a contribuire in nome dello Stato di Israele meglio che posso", ha scritto Nirenstein in un comunicato ufficiale.

L’ex parlamentare Pdl, che dal 2013 ha ricevuto la cittadinanza israeliana, era stata designata rappresentante dello Stato ebraico a Roma nell'agosto del 2015 al termine della missione di Naor Gilon. Una nomina che, secondo un articolo del 17 aprile di Haaretz, il presidente del Consiglio Matteo Renzi avrebbe chiesto di riconsiderare in un messaggio privato inviato al premier israeliano Benyamin Netanyahu. Una ricostruzione subito smentita da Palazzo Chigi.

La scelta dell'ex candidata nel Popolo della Libertà inizialmente era stata criticata anche da una parte della comunità ebraica italiana e di vari ministeri italiani, preoccupati per la sua vicinanza alle politiche di destra.

Il dietrofront sarebbe tuttavia da imputare a dei commenti scritti da Nirenstein in passato, quando come giornalista copriva Israele per i media italiani, commenti ferocemente critici nei confronti della moglie del primo ministro, Sarah.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI