Home . Fatti . Esteri . Iraq, attacco contro i tifosi del Real Madrid: 16 morti a Balad

Iraq, attacco contro i tifosi del Real Madrid: 16 morti a Balad

ESTERI
Iraq, attacco contro i tifosi del Real Madrid: 16 morti a Balad

Immagine di repertorio (Afp)

Era un gruppo di tifosi iracheni del Real Madrid l'obiettivo dell'attacco che ha provocato 16 morti e 20 feriti in un caffè di Balad, città a maggioranza sciita, 80 km a nord di Baghdad. Lo scrive la stampa spagnola, che cita il presidente del circolo locale dei tifosi del Real Madrid, Ziad Subhan. "Un gruppo di terroristi dell'Is (il sedicente Stato islamico, ndr) è entrato nel caffè armato di fucili AK-47, sparando a tutti quelli che si trovavano lì", ha detto Subhan, spiegando che i presenti seguivano una partita di calcio della loro squadra del cuore. "Loro non amano il calcio - ha spiegato Subhan - pensano che sia contrario all'Islam".

Poco dopo l'attacco, rivendicato dalla cellula locale dell'Is, due degli assalitori si sono fatti esplodere in mezzo ad agenti delle forze di sicurezza giunti sul posto. Secondo il bilancio fornito dalla polizia, sono morti due poliziotti e due miliziani sciiti delle forze filogovernative.

REAL MADRID - Il Real Madrid esprime ''profondo rammarico per il terribile attentato che oggi in Iraq è costato la vita a 16 tifosi e ha causato il ferimento di altri 20''. E' quanto recita il comunicato ufficiale pubblicato sul sito del Read Madrid. ''Il club è triste ed esprime tutto il suo affetto e le sue condoglianze ai familiari e agli amici delle vittime'', prosegue il comunicato, nel quale viene anche manifestata ''solidarietà al popolo dell'Iraq, che subisce l'ingiustizia di una violenza estrema''.

Nel testo si annuncia che ''i giocatori del Real Madrid indosseranno domani un braccialetto nero simbolico in segno di lutto e di rispetto. Perché il calcio e lo sport saranno sempre territori di incontro, concordia e pace".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI