Home . Fatti . Esteri . Obama: "Relazioni razziali migliorate molto, ma rimangono pregiudizi"

Obama: "Relazioni razziali migliorate molto, ma rimangono pregiudizi"

ESTERI
Obama: Relazioni razziali migliorate molto, ma rimangono pregiudizi

(Afp)

"Con tragedie come quella di Dallas, ci chiediamo se la divisione razziale in America potrà mai essere colmata". Lo ha affermato il presidente americano Barack Obama, dicendo "di capire come si possono sentire gli americani". "Ma - ha aggiunto - dobbiamo respingere questa idea. E io sono qui a Dallas per dire che non siamo così divisi. Lo dico perché conosco gli americani e quanta strada abbiamo fatto contro le avversità, per quello che ho sperimentato nella mia vita, per quello che ho visto come presidente degli Stati Uniti, per quello che abbiamo visto a Dallas, per la vostra sofferenza", ha aggiunto il presidente americano nel discorso che ha tenuto all'Interfaith Memorial Service per commemorare i cinque agenti uccisi.

"La questione della discriminazione razziale non è svanita con la fine della segregazione, con il civil rights act: le relazioni razziali sono migliorate in modo incredibile nel corso della mia vita, chi lo nega sbaglia, ma sappiamo che rimangono dei pregiudizi, lo sappiamo. Che tu sia bianco, nero, ispanico, tutti abbiamo assistito a questo modo di essere bigotti qualche volta nella nostra vita. Se siamo onesti, riconosciamo di averlo fatto noi stessi", ha affermato denunciando come sia "più facile per un adolescente acquistare un'arma che non un libro o un computer".

"Quando i proiettili hanno iniziato a fischiare, gli uomini e le donne di Dallas non sono fuggiti", ha sottolineato Obama. Il dipartimento di polizia di Dallas "è stato in prima linea" per ricucire i rapporti con le comunità. "Questi uomini, questo dipartimento, questa è l'America che conosco", ha aggiunto. "In questa platea vedo quello che è possibile quando riconosciamo che siamo un'unica famiglia americana", ha sottolineato Obama.

"Non si tratta di finanziare politiche che funzionino, ma di trovare consenso, trovare la volontà per i cambiamenti", ha detto in quello che sembra voler essere il suo testamento politico, quasi ammettendo una sorta di impotenza, di essere stato a troppe commemorazioni come quella di oggi, invitando la gente a riflettere sulla sua reale volontà di cambiamento, "ad aprire il cuore". "Anche chi non apprezza il movimento di protesta Black Lives Matter, deve sentire il dolore della famiglia di Alton Sterling", ha detto Obama.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.