Home . Fatti . Esteri . Iran, Rohani rinvia concorso pubblico: "Discrimina le donne"

Iran, Rohani rinvia concorso pubblico: "Discrimina le donne"

ESTERI
Iran, Rohani rinvia concorso pubblico: Discrimina le donne

(Xinhua)

Il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha deciso di rinviare l'annuale concorso pubblico per l'accesso agli uffici dei ministeri e ad altri enti governativi ritenendo discriminatori per le donne i meccanismi con i quali vengono assegnati i circa tremila incarichi del bando.

Come riporta la Bbc, Rohani ha ordinato una revisione delle offerte di lavoro ed eventuali modifiche nel caso emergano vantaggi per gli uomini. I posti che riguardano ad esempio la magistratura militare iraniana, controllata dagli ultraconservatori, sono riservati esclusivamente agli uomini.

Dopo la sua elezione a presidente, è cresciuto il ruolo delle donne nella vita politica della Repubblica islamica. Rohani ha nominato Masoumeh Ebtekar vice presidente e ministro dell'Ambiente, mentre Marzieh Afkham, dopo essere stata portavoce del ministero degli Esteri è stata nominata ambasciatrice in Malaysia, prima donna a ricoprire quest'incarico nella storia della Repubblica islamica.

Ma secondo ong e organizzazioni internazionali deve ancora essere fatto molto per combattere le discriminazioni di cui sono vittime le iraniane, in particolare nel mondo del lavoro. Malgrado i passi avanti compiuti dalle donne nell'istruzione (sono il 60% dei laureati), gli ultimi dati riferiti al 2013 messi a disposizione dall'Istituto Statistico Nazionale dell'Iran rivelano che solo il 12,4% delle donne ha un impiego. Le giovani iraniane hanno molte più possibilità di restare disoccupate rispetto ai loro coetanei e gli uomini, durante la crisi economica causata dalle sanzioni, hanno perso la metà dei posti di lavoro delle donne.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI