Home . Fatti . Esteri . Trump torna a lodare Putin: "Più leader di Obama". Clinton: "Terrificante"

Trump torna a lodare Putin: "Più leader di Obama". Clinton: "Terrificante"

ESTERI
Trump torna a lodare Putin: Più leader di Obama. Clinton: Terrificante

Donald Trump (Foto Afp)

Scintille tra i candidati alle presidenza americana, a due mesi esatti dalle elezioni. Ad accendere la miccia le dichiarazioni del repubblicano Donald Trump che è tornato ad esprimere ammirazione per il presidente russo, Vladimir Putin.

"Nel sistema di quel paese, è stato un leader, molto di più di quanto non lo sia stato il nostro presidente (Barack Obama, ndr). Noi ci ritroviamo con un paese diviso", ha detto il magnate newyorkese nel forum dedicato alla sicurezza nazionale, in onda su Msnbc e Nbc, dove si è confrontato a distanza con Hillary Clinton, a bordo della portaerei-museo Intrepid ancorata nel porto di New York.

Trump ha ammesso di non essere un sostenitore del sistema di governo russo ma ha anticipato un "rapporto di lavoro molto, molto buono con Putin, e con la Russia". Un rapporto che non porterà alcun vantaggio a Mosca, ha assicurato, sottolineando anche come una alleanza con la Russia contribuirebbe a sconfiggere l'Is. Trump ha poi sostenuto di essere "assolutamente qualificato" per il mestiere di presidente, tirando in ballo ancora una volta la sua esperienza globale nel mondo degli affari.

Non si è fatta attendere la risposta da parte della Clinton: “Trump è inadatto a guidare l’America. Il suo temperamento instabile è pericoloso” ha detto la candidata democratica, ricordando la sua esperienza alla guida della diplomazia americana.

Dello stesso avviso il presidente americano Barack Obama, che dall’Asia ha messo in guardia contro il rischio di diventare immuni alle dichiarazioni più stravaganti di Trumpe ha ricordato che la posta in palio con le prossime elezioni è troppo alta per consentire che gli americani 'stacchino la spina'.

Successivamente, nel corso di una conferenza stampa dall’aeroporto di White Plains, nello stato di New York, la Clinton ha commentato di nuovo le dichiarazioni di Trump, definendo “terrificanti” gli elogi rivolti a Putin. “Quello di ieri è stato un test per Trump. E lui ha fallito", ha detto ancora la Clinton, aggiungendo che gli apprezzamenti al presidente russo sono anche "antipatriottici e offensivi" e suggeriscono che "permetterà a Putin di fare quello che vuole Putin, scusandosi poi per lui".

A stretto giro è arriva la risposta del magnate newyorkese, che ha definito "disperati" gli attacchi della rivale democratica. "Questi sono gli attacchi disperati di una campagna fallimentare che affonda nei sondaggi e le caratteristiche di qualcuno tristemente inadatto per la presidenza degli Stati Uniti. Per questo non è una novità che stia tirando fuori attacchi disonesti e infondati", si legge in una nota firmata da uno dei capi della sua campagna elettorale, Jason Miller.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI