Home . Fatti . Esteri . Baltimora, muore afroamericano picchiato durante un arresto

Baltimora, muore afroamericano picchiato durante un arresto

ESTERI
Baltimora, muore afroamericano picchiato durante un arresto

Immagine di repertorio (Afp)

E' morto Tawon Boyd, 21enne afroamericano, che tre giorni fa era rimasto gravemente ferito in una colluttazione con un gruppo di agenti durante l'arresto a Baltimora. Secondo quanto riporta il Baltimore Sun, si aspettano i risultati dell'autopsia per determinare le cause del decesso, mentre la polizia ha avviato un'inchiesta interna.

Secondo la ricostruzione della polizia, l'incidente è avvenuto domenica pomeriggio, quando la fidanzata del ragazzo ha chiamato il 911 dicendo che Boyd si stava comportando "da pazzo". Arrivati nell'abitazione, gli agenti hanno detto di aver trovato il giovane in "stato confusionale e paranoide".

Anche la nonna del ragazzo - che vive con la coppia e il loro figlio - ha confermato che il nipote aveva un comportamento strano, come se fosse sotto l'effetto della droga. Ma ha accusato la polizia di aver usato forza eccessiva per fermarlo ed arrestarlo. La polizia afferma che tra agenti sono stati feriti durante l'arresto, ed alla fine hanno dovuto trattenerlo a terra per poterlo ammanettare.

"Boyd aveva bisogno di cure mediche e la polizia ha risposto con la violenza - ha dichiarato l'avvocato della famiglia, Latoya Francis-Williams - l'hanno picchiato a tal punto da essere ricoverato in terapia intensiva ed ora non è più con noi".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI