Home . Fatti . Esteri . Obama nomina primo ambasciatore Usa a Cuba in oltre 50 anni

Obama nomina primo ambasciatore Usa a Cuba in oltre 50 anni

ESTERI
Obama nomina primo ambasciatore Usa a Cuba in oltre 50 anni

Barack Obama a L'Havana con Raul Castro (FOTOGRAMMA)

Barack Obama ha nominato il primo ambasciatore degli Stati Uniti a Cuba in oltre mezzo secolo, sfidando così gli avversari della sua politica di riavvicinamento con il governo di Raul Castro. Il presidente ha scelto Jeffrey DeLaurentis, il diplomatico di carriera che dal 2014 - precisamente dai mesi immediatamente precedenti l'annuncio della storica svolta nel dicembre di quell'anno - è a capo della missione Usa all'Avana.

"La leadership di Jeff è stata vitale durante la normalizzazione delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba e la nomina di un ambasciatore è un passo di buon senso verso una relazione più normale e produttiva tra i nostri due Paesi", ha dichiarato il presidente americano. Anticipando le critiche dei repubblicani, ha poi sottolineato che questa non è una concessione al governo cubano ma è un modo per fornire a Washington maggiori strumenti per difendere i diritti umani nell'isola e gli interessi della sicurezza nazionale.

"Avere un ambasciatore renderà più facile difendere i nostri interessi - ha detto ancora Obama - e renderà più profonda la nostra comprensione anche quando sappiamo che continueremo ad avere differenze di opinioni con il governo cubano". Il presidente si è dichiarato infine convinto che DeLaurentis sia "esattamente il tipo di persona che vogliamo per rappresentare gli Stati Uniti a Cuba e che noi recheremo solo danno a noi stessi non avendo un ambasciatore".

Ora la nomina di Jeffrey dovrà essere confermata al Senato dove la svolta di Obama con Cuba è osteggiata dai repubblicani. Il senatore della Florida, Marco Rubio, ha già detto che la nomina deve essere bloccata: "Questa nomina non deve andare da nessuna parte fino a quando il governo di Castro non farà significativi e irreversibili progressi nel campo dei diritti umani e della libertà politica per il popolo cubano e fino a quando non verranno affrontate le richieste riguardo al furto di proprietà da parte del regime cubano e di crimini contro cittadini americani" ha dichiarato l'ex candidato alla Casa Bianca.

Lo scorso anno l'Avana ha presentato a Washington le credenziali di Jose Ramon Cabanad Rodriguez, primo ambasciatore cubano negli Stati Uniti dal 1961. La posizione di Obama è sostenuta dai democratici al Congresso: "Abbiamo bisogno di un ambasciatore che conosca Cuba, che sia rispettato dal governo cubano e che difenda gli interessi e i valori degli Stati Uniti. Jeff è questa persona", ha dichiarato il senatore Patrick Leahy, sottolineando come la svolta di Obama con Cuba e la ripresa delle relazioni diplomatiche siano "ampiamente sostenute" e che "un numero sempre crescente di americani si recano nell'isola".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI