Home . Fatti . Esteri . Addio a Shimon Peres, camera ardente alla Knesset

Addio a Shimon Peres, camera ardente alla Knesset

ESTERI
Addio a Shimon Peres, camera ardente alla Knesset

Benjamin Netanyahu alla camera ardente (Afp)

Le massime autorità israeliane hanno reso omaggio oggi a Shimon Peres, il cui feretro rimarrà esposto fino a sera nella camera ardente alla Knesset, il parlamento israeliano. Il presidente Reuven Rivlin, il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu e Yuli Edelstein, presidente della Knesset dove Peres è stato deputato per 48 anni, hanno deposto corone di fiori. Netanyahu, che è sempre stato su posizioni politiche diverse da Peres, ha sostato davanti al feretro visibilmente commosso. Anche l'ex presidente americano Bill Clinton, arrivato questa mattina, ha sostato davanti al feretro. Insieme a Peres, Clinton fu protagonista degli sforzi che portarono al trattato di pace di Oslo e alla storica stretta di mano sul prato della Casa Bianca fra il leader palestinese Yasser Arafat e il primo ministro israeliano Yitzhak Rabin il 13 settembre 1993.

Dopo i vertici dello Stato, hanno sfilato diversi leader politici. Si prevede che migliaia di persone, fra cui cittadini comuni, compresi i giovani arabi e israeliani coinvolti nel Peres center for peace, renderanno oggi omaggio all'ex presidente israeliano, premio Nobel per la pace, l'ultimo dei grandi che partecipò alla fondazione dello Stato d'israele.

I funerali, con la partecipazione di decine di leader internazionali, si svolgeranno domani. Al momento non è chiaro se vi saranno rappresentanti arabi. La famiglia Peres ha invitato il leader palestinese Mahmoud Abbas, ma non è ancora giunta la sua risposta.

Fra i leader attesi domani alle esequie vi sono il presidente americano Barack Obama e il segretario di Stato John Kerry, il presidente canadese Justin Trudeau, il principe Carlo, l'ex primo ministro britannico Tony Blair, il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson, il presidente francese Francois Hollande, il presidente tedesco Joachim Gauck, il re di Spagna Felipe VI, e i presidenti di Messico, Polonia, Ucraina, Austria, Slovenia e Croazia. Ai funerali parteciperà anche il premier Matteo Renzi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.