Home . Fatti . Esteri . Brexit, la ministra inglese: "Aziende rendano nota percentuale lavoratori stranieri"

Brexit, la ministra inglese: "Aziende rendano nota percentuale lavoratori stranieri"

ESTERI
Brexit, la ministra inglese: Aziende rendano nota percentuale lavoratori stranieri

Londra, parlamento Westminster (Foto Fotogramma)

"Non chiamatemi razzista". Così la titolare del ministero dell'Interno britannico, Amber Rudd, ha difeso oggi al congresso conservatore la sua controversa proposta di obbligare le compagnie a rendere nota la percentuale dei loro dipendenti stranieri. L'idea, nel clima della prospettiva della Brexit, fa "arrabbiare" gli imprenditori secondo il Times, mentre il deputato conservatore Neil Carmichael l'ha definita "divisiva", riferisce la Bbc.

Rudd ha detto di voler "stanare" le compagnie che non rispettano le regole per "spingerle ad un miglior comportamento". A suo giudizio, le società non formano abbastanza dipendenti britannici e le regole che impongono di pubblicizzare le offerte di lavoro per 28 giorni in Gran Bretagna prima di rivolgersi all'estero vanno rafforzate. Fra le proposte prese in esame dalla Rudd, si prevede che le compagnie che reclutano dipendenti all'estero dovranno dimostrare di aver cercato anche in Gran Bretagna e "chiarire quale proporzione della loro forza lavoro è internazionale".

Secondo la Rudd, l'attuale sistema non fornisce "chiari incentivi" a considerare propriamente i meriti dei candidati locali o a impegnarsi nella loro formazione.

Le proposte della titolare degli Interni non sono piaciute al suo compagno di partito Carmichael. "Questa inquietante politica porterà persone, imprese e compassione fuori dalla società britannica e non dovrebbe essere portata avanti - ha detto il deputato conservatore - le persone che arrivano in Gran Bretagna per lavorare duro, pagare le tasse e contribuire alla nostra società dovrebbero essere celebrate non svergognate. Penso che questa politica divisiva non può avere posto nella gran Bretagna del XXI secolo". Il laburista Andy Burnham, ministro ombra del Lavoro, ha accusato la Rudd di xenofobia.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI