Home . Fatti . Esteri . Mosca: "Rafforzamento Nato ci costringe ad adottare contromisure"

Mosca: "Rafforzamento Nato ci costringe ad adottare contromisure"

ESTERI
Mosca: Rafforzamento Nato ci costringe ad adottare contromisure

(Afp)

La Russia sarà costretta, insieme alla vicina Bielorussia, ad adottare misure difensive in risposta al dispiegamento di forze della Nato nei Paesi dell'Europa dell'est. Lo ha affermato il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu. L'Alleanza atlantica, ha aggiunto, "sta distruggendo la stabilità strategica della regione e costringendo la Russia ad adottare contromisure". "Focolai di tensione si sono avvicinati ai nostri confini", ha denunciato, parlando con i suoi interlocutori bielorussi a Minsk.

"Sul fronte occidentale della Russia e della Bielorussia, gli Stati Uniti insieme ad altri Paesi della Nato stanno attivamente rafforzando il loro potenziale offensivo, aprendo nuove basi e sviluppando le loro infrastrutture", ha affermato Shoigu, sottolineando che "le attività nei pressi dei confini dell'Unione fra Russia e Bielorussia saranno prese in considerazione quando si tratterà di preparare le manovre congiunte fra i due Paesi nel 2017" (le manovre "Zapad-2017" si terranno il prossimo settembre).

Nel frattempo, i Paesi scandinavi sollecitano una cooperazione più stretta con l'Europa in risposta alle "posizioni aggressive e assertive" sostenute da Mosca. "Dobbiamo affrontare una situazione della sicurezza che, nella nostra regione, è in via di deterioramento", ha dichiarato il premier danese Lars Lokke Rasmussen, dopo la riunione informale con i capi di governo dei Paesi nordici a Copenhagen. "C'è bisogno di un fronte unito con l'Unione europea", ha aggiunto il premier svedese Stefan Lofven.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI