Home . Fatti . Esteri . Dopo un anno nuovo audio Al-Baghdadi: "Non ritiratevi da Mosul, invadete la Turchia"

Dopo un anno nuovo audio Al-Baghdadi: "Non ritiratevi da Mosul, invadete la Turchia"

ESTERI
Dopo un anno nuovo audio Al-Baghdadi: Non ritiratevi da Mosul, invadete la Turchia

Resistete a Mosul. E' il messaggio lanciato da un audio attribuito al leader dell'Is Abu Bakr al-Baghdadi, in cui incita i combattenti a resistere e a difendere la città irachena contro l'esercito, che è stato diffuso dallo Stato Islamico. Se autentico, si tratterebbe del primo messaggio di al-Baghdadi da oltre un anno a questa parte. "Tenere il territorio con onore è un migliaio di volte più facile che ritirarsi con disonore", afferma la voce nell'audio, "non ritiratevi", prosegue.

"Questa guerra totale e la grande jihad non fanno che rafforzare le nostre convinzioni e la nostra certezza che tutto questo non sia che un preludio alla vittoria", si sente ancora. Nell'audio si esortano inoltre i combattenti dell'Is ad attaccare altri Paesi e si invitano i kamikaze a "trasformare le notti dei miscredenti in giorni".

"A tutti i combattenti e al popolo di Ninive - afferma la voce attribuita ad al-Baghdadi nell'audio - combattete, lottate e affrontate il vostro nemico". Quindi, l'esortazione agli aspiranti attentatori suicidi ad "affrontare il nemico e a far scorrere il suo sangue a fiumi".

"Questa guerra è la vostra guerra", prosegue il messaggio della durata di 31 minuti. Nel giugno del 2014 l'Is ha preso il controllo di Mosul e qui dal 17 ottobre combattono per la "liberazione" della città dai jihadisti l'esercito regolare iracheno, i peshmerga e i miliziani sunniti e sciiti con l'appoggio dei raid della coalizione anti-Is a guida Usa.

Ieri il quotidiano britannico 'The Independent' citava Fuad Hussein, capo di gabinetto del leader del Kurdistan iracheno Masoud Barzani, secondo il quale al-Baghdadi si troverebbe ancora a Mosul. "Al-Baghdadi si trova lì", ha detto Hussein, facendo riferimento a fonti concordanti di cui disporrebbe il governo di Erbil.

C'è anche un'esortazione per i jihadisti dell'Is a "invadere" la Turchia e a sferrare "attacchi" in Arabia Saudita nell'ultimo messaggio audio attribuito al leader del sedicente Stato Islamico. La voce attribuita al 'califfo' chiede ai combattenti dell'Is di "scatenare il fuoco della loro rabbia" contro le truppe turche che li combattono in Siria e incita a portare la battaglia in terra turca.

"Oggi la Turchia è entrata nel vostro raggio d'azione - afferma il messaggio la cui autenticità non può essere verificata - Invadetela e trasformate in paura quella che oggi è la sua sicurezza".

Nell'audio la voce attribuita ad al-Baghdadi esorta i jihadisti a colpire "attacco dopo attacco" l'Arabia Saudita, le sue forze di sicurezza, funzionari governativi, la famiglia regnante Al Saud e i media che "stanno dalla parte delle nazioni infedeli nella guerra all'Islam e all'Islam sunnita in Iraq e Siria".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI