Home . Fatti . Esteri . Mosul, Is dà fuoco aree giacimenti petroliferi: nube tossica

Mosul, Is dà fuoco aree giacimenti petroliferi: nube tossica

ESTERI
Mosul, Is dà fuoco aree giacimenti petroliferi: nube tossica

(Xinhua)

Continua la battaglia tra i jihadisti del'Is e le forze irachene che cercano di riprendere il controllo della città di Mosul e delle aree circostanti. Nelle ultime ore, per tentare di bloccare l'avanzata delle truppe irachene e dei loro alleati, i jihadisti hanno incendiato 19 campi petroliferi e, come ha riferito la Bbc, una nube tossica ha avvolto Mosul e le zone circostanti.

Mosul è dal giugno 2014 la 'roccaforte' dell'Is in Iraq. L'offensiva delle forze irachene per la riconquista della città è stata lanciata lo scorso 17 ottobre.

Intanto i peshmerga hanno annunciato l'avvio dell'offensiva "finale" per la liberazione della città irachena di Bashiqa dalla presenza dei jihadisti dell'Is. L'offensiva, riferisce la tv curda Rudaw, è iniziata stamani all'alba quando i combattenti curdi hanno attaccato la città da "tutti i fronti" dopo raid effettuati nella notte dalla coalizione anti-Is a guida Usa contro obiettivi dei jihadisti. Altre fonti riferiscono di violenti combattimenti. Bashiqa, si trova ad appena 20 km a nordest dal centro della città di Mosul, roccaforte irachena del sedicente Stato Islamico, e ospita una base in cui sono dispiegati militari turchi. Due settimane fa il leader del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, aveva detto che Bashiqa era "da considerare" caduta anche se i peshmerga non vi erano ancora entrati.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI